Diritti tv: scazzottata tra Lotito e De Laurentiis, e domenica c’è proprio Napoli-Lazio

Pubblicato il 31 Marzo 2011 13:48 | Ultimo aggiornamento: 1 Aprile 2011 11:16

Claudio Lotito

MILANO – Botte tra il presidente del Napoli e quello della Lazio. Aurelio De Laurentiis e Claudio Lotito martedì sera sono infatti stati protagonisti di una scazzottata alla cena organizzata dal consiglio di Lega per trovare un accordo unitario sui diritti tv. Mercoledì per fortuna poi le scuse e la pace. La notizia è stata riportata giovedì dalla Gazzetta dello Sport.

Il motivo del litigio è stata la tabella di Lotito sulla divisione di 200 milioni di euro in base al bacino di utenza. Ovviamente il presidente laziale prevedeva di prendere una fetta più consistente di quella del Napoli. La “proposta” non è piaciuta De Laurentiis. Qualche parolina di troppo tra i due e poi, persa la pazienza, il patron partenopeo è passato ai fatti: pugni e qualche spintone che hanno mandato al tappeto Lotito colpito sul naso, un po’ sulla spalla e un po’ sul viso, scrive la Gazzetta.

Poi sono intervenuti Adriano Galliani, vicepresidente vicario del Milan, e Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania, che hanno bloccato la reazione del laziale. Alla fine è intervenuto anche Maurizio Beretta presidente della Lega A. La scena al ristorante Da Berti, lo stesso del chiarimento Feltri-Boffo. Mercoledì all’assemblea di lega i due presidenti hanno fatto pace e si sono stretti la mano. Domenica la sfida sarà solo calcistica: al San Paolo alle 12 si gioca Napoli-Lazio.