Luciano Moggi premiato alla carriera in Senato. Quale carriera?

di Dini Casali
Pubblicato il 26 marzo 2019 9:12 | Ultimo aggiornamento: 26 marzo 2019 9:12
Luciano Moggi premiato alla carriera in Senato. Quale carriera?

Luciano Moggi premiato alla carriera in Senato. Quale carriera?

ROMA – Luciano Moggi, ex dirigente della Juventus radiato a vita per lo scandalo di Calciopoli, è stato premiato il 23 marzo scorso nell’aula Zuccari di Palazzo Madama, cioè nell’edificio che ospita il Senato della Repubblica. A conferirgli il premio alla carriera è stato il Comitato dell’ordine del Leone d’Oro di Venezia. La notizia – fra i primi a divulgarla il giornalista di Mediaset Maurizio Pistocchi su Twitter – non poteva non suscitare polemiche, sarcasmo e una certa indignazione.

Moggi è stato radiato a vita dalla Corte federale della Figc prima che il verdetto venisse confermato nel 2018 dal Consiglio di Stato: nel 2006 era esploso lo scandalo di Calciopoli con relativo processo sportivo che si concluse con la retrocessione in serie B della Juventus. Solo la prescrizione salvò il controverso dirigente – abile di certo, ma alieno da qualsivoglia scrupolo specie nel condizionamento degli arbitri – dalla condanna in sede penale con la grave accusa di associazione a delinquere. 

Ci si chiede allora quale carriera sia stata premiata, quale lustro abbia apportato Big Luciano al calcio o all’imprenditoria italiana (per il poco che si riesce a capire il premio va a imprenditori che illustrano la storia nazionale) a parte, ovviamente, chiudere gli arbitri nei camerini: “in 100 anni di Calcio, nessuno era riuscito a far retrocedere in serie B la Juventus. Buonanotte”, scrive Pistocchi caustico. Che il Comitato del Leone d’oro non sia una conventicola che raccoglie un network anti-Juve interisti, romanisti, napoletani e fiorentini? (fonte Fanpage)