Sport

Manchester City: per Ferguson un ‘mercato kamikaze’, ma Mancini non ci sta

Roberto Mancini

Non ha perso tempo Roberto Mancini a replicare alle accuse di Sir Alex Ferguson che aveva definito il Manchester City un club di ”spendaccioni kamikaze”. E alla prima occasione il manager dei Citizen non solo ha difeso il sontuoso mercato della sua società, ma è passato al contrattacco.

Con stile ed educazione, ma esplicito nei suoi riferimenti. ”Penso che tutti gli altri club abbiano speso tanto in passato – la difesa di Mancini -. Non mi riferisco agli ultimi 15 anni, ma solo agli ultimi tre. Non mi interessa cosa dice Ferguson, rispetto l’opinione di tutti. Ma ripeto, il suo Manchester United, come adesso il Manchester City, ha speso un sacco di soldi negli anni scorsi”.

Dopo l’arrivo di James Milner, ultimo acquisto di un’estate costata oltre 150 milioni di euro allo sceicco Mansour, Ferguson aveva commentato definendo la campagna acquisti dei cugini degna di ”spendaccioni kamikaze”, destinata a far saltare tutti gli equilibri del calcio inglese.

Sir Alex aveva aggiunto che i soldi non bastano per vincere. Un’accusa rispedita subito al mittente da Mancini.

To Top