Manchester City rischia l’esclusione dalla Champions League: sponsorizzazioni truccate?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 dicembre 2018 9:28 | Ultimo aggiornamento: 5 dicembre 2018 9:28
manchester city uefa

Manchester City rischia l’esclusione dalla Champions League: sponsorizzazioni truccate?

ROMA – La Uefa ha avviato un’inchiesta indipendente per verificare l’attendibilità di Football Leaks sulle violazioni del fair play finanziario. A rischiare il Manchester City che, secondo le prime indiscrezioni trapelate in queste ore, rischia l’esclusione dalla prossima Champions League.

La documentazione pubblicata da Der Spiegel, magazine tedesco, con tanto di mail allegate, avrebbe infatti svelato la vera natura della sponsorizzazione da 60 milioni di sterline, oltre 67 di euro, di Etihad – la compagna aerea degli Emirati Arabi con sede a Abu Dhabi – datata 2015.

Il denaro sarebbe stato versato direttamente dal gruppo Abu Dhabi United, dal 2008 proprietario del club inglese, violando in questo modo le regole del fair play finanziario. Anche il Psg – proprietà del Qatar – è coinvolto nell’indagine, ma la situazione del Manchester City pare molto più seria e l’Uefa avrebbe deciso di usare la mano dura.

L’esclusione dalla prossima edizione della Champions League, in questo quadro generale, è più di una ipotesi. I Citizens erano già stati multati nel 2014, per 20 milioni di euro circa – dopo gli iniziali 55, con una riduzione per “buona condotta” – sempre per aver infranto le norme del FFP, ma una nuova infrazione farebbe scattare la mannaia, anche in considerazione del risalto mediatico ed internazionale della vicenda.

Il club si è finora difeso in pubblico affermando di “non essere intenzionato a commentare materiale hackerato o rubato dal City Football Group. Il tentativo di danneggiare la reputazione del Manchester City è organizzata e chiara”.