Calcio Manchester United: Rooney, un rigore per far pace con i tifosi

Pubblicato il 26 Novembre 2010 11:31 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2010 11:52

Un rigore per scusarsi coi suoi tifosi e dimenticare la telenovela del contratto: il gol vincente contro i Rangers in Champions League è stata l’occasione per Wayne Rooney di riappacificarsi con il popolo del Manchester United. Il centravanti inglese, che adesso giura di non aver mai pensato di firmare per il Manchester City, dopo la partita a Glasgow ha ammesso che lasciare l’Old Trafford sarebbe stato il più grande errore della sua carriera.

E ora, sicuro al 100% di aver fatto la scelta migliore legandosi allo United fino al 2015, Wazza pensa solo a recuperare la forma migliore, quella che lo scorso anno gli aveva permesso di segnare 34 reti. ”Tutti erano sicuri che sarei andato al Manchester City – le parole di Rooney al Times -. La verità è che se avessi lasciato lo United non sarei rimasto in Inghilterra. Ho attraversato momenti non facili ma sono convinto che li supererò e tornerò a giocare come in passato. Ho fiducia nelle mie possibilità, posso farcela. Sento di dovermi scusare con i miei tifosi, l’ho già fatto e non ho problemi a rifarlo ancora”.

Il rigore trasformato in Scozia ha garantito ai Red Devils la qualificazione agli ottavi di Champions. Ma resta il digiuno di Rooney, che non va a segno con la maglia dello United su azione da otto mesi: da allora tre gol in 23 partite tra club e nazionale inglese. Un periodo nerissimo, complicato dai problemi matrimoniali causati dalle scappatelle con due prostitute. ”Quanto è successo è stata una distrazione, senza dubbio, e sono contento che ora sia passato”, ha ammesso Rooney.