Manfredini e Paletta: i difensori “bomber” di Atalanta e Parma

Pubblicato il 11 Marzo 2012 19:05 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2012 19:05

BERGAMO –  Atalanta e Parma si accontentano di un punto ciascuno al termine di una partita scoppiettante. Meglio i bergamaschi all’inizio e alla fine, nella parte centrale e’ invece piaciuta di piu’ la squadra di Donadoni.    Gli emiliani hanno avuto il merito di non disunirsi dopo essere passati immediatamente in svantaggio. Con la spinta di Mariga e i guizzi di Valdes e Giovinco hanno messo in difficolta’ l’Atalanta, anche se poi il gol e’ arrivato dal difensore Paletta, che ha pareggiato la rete iniziale del collega Manfredini.

I bergamaschi hanno pagato la giornata no dell’attacco: Gabbiadini ancora una volta non ha convinto, mentre Denis ha sofferto l’assenza di Marilungo e non e’ mai riuscito a trovare la via della porta. In ombra anche Schelotto, che non e’ piu’ l’ala devastante di inizio campionato. Inutile l’assedio finale dei nerazzurri, trascinati dalla verve di Bonaventura, entrato forse troppo tardi. Il Parma si e’ chiuso nel bunker e ha respinto gli assalti degli uomini di Colantuono senza rischiare piu’ di tanto.    La partita riserva sorprese fin dal riscaldamento: Brighi si fa male ed esce zoppicando sorretto dai massaggiatori. Al suo posto c’e’ Carmona. Infortunio anche per Mirante, che lascia il posto tra i pali a Pavarini. Colantuono sorprende tutti schierando un 3-4-1-2 d’assalto, Donadoni risponde con uno schema a specchio.

L’Atalanta colpisce subito con Manfredini, che al 5′ gira in rete in mezza rovesciata una palla vagante in area. Il Parma risponde con una velenosa punizione di Giovinco all’11’: l’uscita bassa di Consigli anticipa gli attaccanti emiliani. La squadra di Donadoni insiste e al 18′ Valdes impegna il portiere nerazzurro con un sinistro da fuori. Poi tocca ancora a Giovinco rendersi pericoloso con un calcio da fermo che finisce alto sopra la traversa.    L’Atalanta punge in contropiede. Gabbiadini al 26′ chiude con un sinistro centrale una brusca accelerazione.

Ma e’ sempre il Parma a tenere l’iniziativa. Al 30′ un destro a giro di Valdes sfiora l’incrocio. E ancora Giovinco al 39′ costringe Consigli ad allungarsi per deviare in angolo. L’Atalanta replica con un tiro cross di Peluso alzato sopra la traversa da Pavarini. Il pareggio del Parma arriva a inizio ripresa.

Sul cross da sinistra di Valdes, Paletta salta piu’ alto di tutti e schiaccia in rete di testa l’1-1 al 9′.    I bergamaschi reagiscono subito con un tiro di Carmona deviato in angolo. La partita resta apertissima: un sinistro di Valdes sibila vicino al palo. Sull’altro fronte Pavarini toglie la palla dalla testa di Denis. E al 25′ l’incornata di Peluso si spegne a lato. Cinque minuti dopo Manfredini sfiora la doppietta: forse trattenuto, non riesce ad allungare abbastanza la gamba per la deviazione in rete.     L’Atalanta aumenta la pressione, il Parma arretra. A tre minuti dalla fine Cigarini colpisce al volo dal limite, ma la mira e’ imprecisa. L’ultima emozione la regala Bonaventura con un’azione travolgente sulla sinistra. Ma il suo cross serve solo a conquistare il dodicesimo angolo, che pero’ non basta per incrinare il muro del Parma.