Manny Pacquiao sconfitto e infortunato. E ora rischia processo per truffa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Maggio 2015 15:50 | Ultimo aggiornamento: 5 Maggio 2015 15:50
Manny Pacquiao sconfitto e infortunato. E ora rischia processo per truffa

Manny Pacquiao sconfitto e infortunato. E ora rischia processo per truffa

ROMA – Dopo il danno e la sconfitta in mondovisione rischia anche la beffa. Manny Pacquiao, il pugile filippino battuto ai punti da Floyd Mayweather nel “match del secolo” potrebbe ritrovarsi infortunato, sconfitto e multato. Colpa di un problema alla spalla, di una pessima gestione della vicenda sia dal punto di vista medico sia da quello della comunicazione.

Il guaio, materialmente, diventa visibile alla fine del quarto round. Pacquiao fa una delle sue migliori riprese, aggredisce e colpisce più volte Mayweather. Poi la spalla gli fa crac, ovvero gli si riacutizza un problema di qualche tempo prima, una lesione ai rotatori della cuffia. Pacquiao continua, resta in piedi ma perde efficacia e brillantezza. Soprattutto perde il match. Tutto il problema viene fuori dopo, quando esce fuori il problema dell’infortunio.

Lo staff di Pacquiao, infatti, se la prende con la Commissione medica del Nevada che non ha autorizzato l’uso di un antidolorifico che gli avrebbe permesso di usare in modo corretto la spalla. Peccato che prima del match i pugili siano costantemente monitorati e debbano compilare questionari e di questo infortunio non ci sia traccia. E anche per questo Pacquiao rischia un processo per truffa: era infortunato e il pubblico non lo sapeva. Non sapeva chi ha pagato centinaia di dollari per un biglietto e non sapeva chi ha scommesso, da pochi a migliaia di dollari, sulla vittoria sua o di Mayweather.