“Maradona una delle peggiori persone mai viste”, l’accusa dell’arbitro della finale di Italia ’90

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Aprile 2020 19:23 | Ultimo aggiornamento: 26 Aprile 2020 19:23
"Maradona una delle peggiori persone mai viste", l'accusa dell'arbitro della finale di Italia '90

“Maradona una delle peggiori persone mai viste”, l’accusa dell’arbitro della finale di Italia ’90 (foto Ansa)

MONTEVIDEO (URUGUAY) – Diego Armando Maradona sotto accusa. 

Edgardo Codesal, arbitro della finale dei Mondiali Italia ’90, ha definito l’argentino come “una delle peggiori persone mai viste”.

E di calciatori ne ha visti tanti l’arbitro messicano di origine uruguaiana visto che ha avuto una lunghissima carriera.

Codesal ha spiegato i motivi di questo suo attacco a Maradona attraverso le seguenti dichiarazioni riportate da gazzetta.it.

“Avrei dovuto espellere Maradona prima della finale di Italia ’90, agli inni nazionali, per quell’insulto a tutto lo stadio (il famoso figli di p… agli italiani che lo fischiavano per aver eliminato gli azzurri in semifinale).

Ho cercato di calmarlo, spiaceva anche a me che fischiassero l’inno argentino ma gli dissi: ‘sei il giocatore più grande del mondo, non pensarci e gioca e vedrai che ti toglierai questa spina’.

Ma lui non capì, e borbottò altri insulti…

Gli ho visto fare in campo cose stratosferiche, nella partita con la Russia entrò nonostante avesse una caviglia gonfia come un pallone ma fu il migliore in campo e decise la partita.

Nella semifinale dell’86 col Belgio da quarto uomo lo vidi trascinare la squadra, non solo con le giocate: era un leader, e le sue giocate erano incredibili.

Come calciatore, massima ammirazione.

Ma come persona, è una delle peggiori che abbia mai incontrato in vita mia: una persona sgradevole”.