Diego Armando Maradona attacca: “Leonardo è un mercenario”

Pubblicato il 8 Gennaio 2012 12:19 | Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio 2012 12:19

Leonardo (LaPresse)

MILANO- Diego Armando Maradona ha attaccato duramente Leonardo,  attuale direttore generale del Paris Saint-Germain: “Mi chiedo se è un giocatore n allenatore, un agente o un mercante di petrolio, non capisco, questa è la prova che nel calcio saper fare lobbying alla fine paga” afferma l’ex campione del mondo in un’intervista alla rete televisiva francese Canal Football Club.

Successivamente Maradona ha rincarato la dose: “Non lo capisco . Non ho capito quando è passato dal Milan all’Inter, e ancora meno ciò che sta facendo oggi con il Psg”. Maradona attualmente allena per 3 milioni e mezzo di euro l’anno l’Al Wasl squadra del Dubai che milita nella prima divisione degli Emirati Arabi.

Maradona è ritenuto una delle figure più controverse della storia del calcio, fu sospeso due volte per positività a test antidoping nel 1991 (per uso di cocaina) e nel Mondiale 1994 (per uso di efedrina): dopo il suo ritiro ufficiale dal calcio nel 1997, ha subìto un aumento eccessivo di peso (risolto con l’ausilio di un bypass gastrico) e le conseguenze della dipendenza dalla droga, dalla quale si è liberato dopo lunghi soggiorni in centri di disintossicazione.

Successivamente è stato inserito da Pelé nelFIFA 100, la lista dei 125 migliori calciatori viventi divulgata il 4 marzo 2004, in occasione del centenario della federazione  ed è diventato nel 2005 una star della TV argentina con il suo show La Noche del 10. Nonostante la poca esperienza nel ruolo, nel novembre 2008 è stato nominato CT dell’Argentina  con il compito di condurre la nazionale nelle qualificazioni per i Mondiali del 2010, obiettivo infine raggiunto nell’ottobre 2009. L’AFS (Association of Football Statisticians’), classificando i 100 più grandi calciatori di sempre secondo un criterio puramente statistico, lo ha incluso al 6º posto.