Maratona di Roma: più di 15 mila iscritti, 83 nazioni al via

Pubblicato il 10 Marzo 2010 18:19 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2010 18:19

Nel nome di Abebe Bikila per un’edizione della maratona di Roma (al via domenica 21 marzo) con numeri da record e in un percorso tra i più suggestivi al mondo.

Un modo ideale per introdurre le celebrazioni dei 50 anni dai giochi olimpici ospitati nella Capitale e avvalorare la candidatura per quelli del 2020, magari anche grazie a una sorta di alleanza con Tokyo che potrebbe portare la città giapponese a puntare maggiormente su quelle del 2024.

«Sarebbe un buon passo avanti per ottenere le olimpiadi del 2020 – ha ammesso il sindaco di Roma, Alemanno – Se questa proposta arrivasse in porto la Capitale potrebbe avere una possibile concorrente in meno per diventare sede dei giochi sessantanni dopo. Parlerò con il governatore di Tokyo durante i viaggi della Memoria a Hiroshima e Nagasaki».

Intanto il gemellaggio Roma-Tokyo c’è già nella maratona e verrà celebrato in occasione della 16/a edizione della corsa romana, presentata in Campidoglio, e in programma domenica 21 marzo nella capitale: partenza alle nove nel suggestivo scenario dei Fori Imperiali.

Un’edizione, a 50 anni dalle Olimpiadi del 1960, dedicata al ricordo del leggendario maratoneta etiope, Abebe Bikila, vincitore a piedi scalzi della maratona olimpica.

Sui materiali ufficiali sarà riportata in suo onore la frase ‘Abebe the Legend’, e il pettorale numero 11, lo stesso con cui trionfò il 10 settembre del 1960, è stato ritirato e consegnato al sindaco di Roma, Gianni Alemanno per essere custodito in Campidoglio.

Ma non finisce qui; al campione etiope verrà presto dedicata una via di Roma.

A fare impressione però sono soprattutto i numeri di questa 16/a edizione. Saranno infatti 15.346 gli iscritti provenienti da 83 nazioni (8.834 gli italiani, 6.512 gli stranieri), record assoluto il Italia per un montepremi di 1 milione di euro (250 mila ai due vincitori).

Abbinata alla prova competitiva sui classici 42,195 chilometri, ci sarà anche una corsa aperta a tutti, ‘RomaFun-La Stracittadinà, sulla distanza di 4 chilometri, a cui parteciperanno oltre 85 mila persone.

Già tra le dieci maratone più veloci al mondo, la grande corsa della capitale presenterà un cast degno delle più blasonate e ricche classiche internazionali: 18 i maratoneti al via nella prova maschile con un personale sotto le 2h12′, 7 con un record sotto le 2h10’. Su tutti spiccano i kenioti Barus, Kamakya e Kiplagat.

In chiave italiana da seguire l’esordio del giovane pisano, Daniele Meucci, e la prova del campione italiano, Bourifa. Ci sarà ovviamente anche la prova femminile, e inoltre la maratona di Roma sarà valida anche il titolo italiano sulla distanza per disabili (al via anche Alex Zanardi).