Mario Balotelli vittima di insulti razzisti sui social. La denuncia di Francesca Brienza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Settembre 2019 16:15 | Ultimo aggiornamento: 25 Settembre 2019 16:15
Mario Balotelli insulti razzisti sui social Francesca Brienza lo difende a spada tratta

Mario Balotelli nella foto Ansa

BRESCIA – Ancora un episodio di razzismo in Seria A. Stavolta è accaduto dopo il match tra Brescia e Juventus e la vittima è stata Mario Balotelli. L’insulto è stato postato sui social e non è passato inosservato. Francesca Brienza, conduttrice e giornalista sportiva, ha denunciato su Twitter il post razzista, commentandolo duramente:

“Il razzismo non va combattuto solo negli stadi ma anche sui social, dove pullulano quelli che si sentono liberi di scrivere cose di m…. come questa, certi di poter agire indisturbati” scrive la giornalista, attaccando direttamente chi offende con insulti razzisti nell’anonimato di Internet. “I volti. I nomi. Ecco cosa serve x provare ad arginare tutto questo”.

Mario Balotelli non basta al Brescia, vince la Juventus. 

Non basta al Brescia il rientro di Mario Balotelli, di nuovo in Serie A dopo quasi e mezzo, per frenare la corsa della Juventus che, nel secondo anticipo della 5/a giornata, viola il ‘Rigamonti’ e torna momentaneamente in testa alla classifica, in attesa di Inter-Lazio. I bianconeri vincono 2-1 in rimonta e dopo aver sofferto non poco contro un Brescia coriaceo, andato addirittura in vantaggio dopo 4′, complice uno sbadato Szczesny.

Dopo un paio di grandi occasioni sprecate e l’infortunio di Danilo, la Juve trova il pari al 39′ grazie a una sfortunata deviazione di Chancellor, sugli sviluppi di un angolo.

Nella ripresa è quasi solo Juve, che collezionano diverse occasioni prima che Pjanic (61′) risolvesse il tutto, sugli sviluppi di una punizione la cui carambola finisce sui piedi del bosniaco, bravo a infilare Joronen.

Mario Balotelli è stato comunque protagonista di una prestazione tutto cuore e grinta. Non è riuscito a segnare, ma ha impensierito Szczesny con alcune conclusioni a rete, ma ha corso dal primo all’ultimo minuto mettendosi a disposizione dei compagni di squadra con umiltà e dedizione. Se continua così, presto indosserà nuovamente la maglia della Nazionale Italiana di Calcio (fonti AdnKronos e Ansa).