“Mario Balotelli inutile ed egoista”: i tifosi del Liverpool lo contestano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 ottobre 2014 19:03 | Ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 19:03
"Mario Balotelli inutile ed egoista": i tifosi del Liverpool lo contestano

“Mario Balotelli inutile ed egoista”: i tifosi del Liverpool lo contestano (LaPresse)

LIVERPOOL, INGHILTERRA – Mario Balotelli è già nel mirino dei tifosi del Liverpool per le sue prestazioni scadenti e per il suo scarso impegno in campo. Ne parla La Gazzetta dello Sport in un articolo che riportiamo di seguito:

“Settembre se n’è andato lasciando in dote al Liverpool un solo gol di Mario Balotelli, quello segnato nella partita d’esordio in Champions League contro il Ludogorets. E proprio il successivo impegno europeo ha dato un altro colpo alla popolarità dell’ex attaccante del Milan presso i suoi nuovi fan: al popolo dei Reds non è piaciuta affatto la sua prestazione nell’inattesa sconfitta di Basilea. E i più delusi si sono sfogati su Twitter.

C’è chi lo considera “egoista e incapace di giocare con il resto della squadra”, chi addirittura “inutile” e chi ritiene sprecati i milioni spesi per il suo trasferimento in Premier League in estate. Qualcuno spera che la serata negativa di Mario possa alla fine rivelarsi solo un episodio, ma per altri varrebbe addirittura la pena di “venderlo il prima possibile, magari già a gennaio”. Perché altre “partite-spazzatura” come quella appena disputata in Svizzera non devono ripetersi.

Inevitabile, poi, che si facciano confronti con chi non c’è ancora (Sturridge, sulla via del recupero) e soprattutto con chi non è più ad Anfield: la nostalgia di Luis Suarez traspare in ogni tweet. Non che il Pistolero, al di là degli atti di “vampirismo” ricorrenti, fosse un tipetto facile, ma quanto meno segnava valanghe di gol. Cosa che Balotelli non sta facendo. “Nel cambio, abbiamo mantenuto la stessa quantità di ego e perso tutto l’impatto sulla squadra”, commenta con arguzia un utente particolarmente riflessivo. Sui social network il vento cambia in fretta, ma se Mario vorrà evitare di ritrovarsi ancora una volta nell’occhio del ciclone… è meglio che si dia una mossa”.