Mario Balotelli, parla l’ex maestra: “Provò a dipingersi di rosa”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Dicembre 2014 22:33 | Ultimo aggiornamento: 8 Dicembre 2014 22:33
Mario Balotelli, parla l'ex maestra: "Provò a dipingersi di rosa"

Mario Balotelli con la maglia del Liverpool (foto da video)

ROMA – Tiziana Gatti, ex maestra di Mario Balotelli, rivela dei dettagli sull’infanzia del calciatore del Liverpool: “Voleva sentirsi accettato, da bambino voleva essere bianco”. Ne parla tgcom24.mediaset.it.

“Mario Balotelli da piccolo voleva essere bianco”. La rivelazione arriva dal tabloid inglese The Sun che ha intervista la vecchia maestra delle elementari di quello che sarebbe diventato SuperMario. “Una volta arrivò a colorarsi di rosa con un pennarello – continua Tiziana Gatti -, per cambiare il colore della sua pelle. Oppure si lavava le mani nell’acqua bollente per schiarirsi. Voleva sentirsi accettato dagli altri bambini”.

L’attaccante del Liverpool è stato di recente messo sotto inchiesta dalla Football Association per un post su Instagram ritenuto “razzista e antisemita”.

Anche per questo il tabloid inglese ha voluto indagare nell’infanzia di Balotelli andando a parlare con la sua ex maestra delle elementari che ha parlato di grosse difficoltà di inserimenti, un ragazzo che si sentiva spesso emarginato:

“Spesso mi chiedeva se anche il suo cuore fosse nero. Lo faceva perché voleva essere uguale agli altri. Aveva paura di non essere accettato”.
Non solo, Tiziana Gatti – questo il nome dell’insegnante – ha raccontato qualche episodio di questo disagio: “A volte arrivò a lavarsi le mani nell’acqua bollente nel tentativo di schiarirle, oppure a utilizzare un pennarello rosa per dipingersi la pelle. Il tutto per sentirsi accettato da compagni di classe e amici”.