Mark Bresciano, dalla serie A alla cannabis: in Australia produce farmaci a base di marijuana

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 settembre 2018 10:07 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2018 10:07
Mark Bresciano, dalla serie A alla cannabis: in Australia produce farmaci a base di marijuana

Mark Bresciano, dalla serie A alla cannabis: in Australia produce farmaci a base di marijuana

ROMA – E’ dura per un calciatore quando, prima o poi, il sipario cala inesorabile e i riflettori puntano protagonisti più giovani: lo è meno, forse, se la nuova vita si fa rincorrere lontano dall’Italia, magari in Australia, meglio se aiutati dalla marijuana. Senza alcun bisogno di sballare, tutt’altro. E’ quello che succede a Mark Bresciano, rimpianto ex di Empoli, Parma, Palermo e Lazio, chiare origini italiane ma nazionalità australiana.

Terminata l’esperienza in Serie A e abbandonata la carriera agonistica, Bresciano ha investito nel settore immobiliare, come tanti dei suoi colleghi, prima di buttarsi nel business, oggi in piena espansione, della cannabis legale. In Australia vive tranquillo: “Sarà che qui il calcio non è lo sport nazionale, e quindi quel mondo sembra ancora più distante, l’australiano non ti riconosce”, ha confessato alla Gazzetta della Sport. 

La “statua” (così lo chiamavano per il modo stentoreo di esultare) vive tranquillo e produce farmaci a base di marijuana, farmaci che serviranno ad alleviare il dolore cronico di chi magari ha perso ogni speranza di guarigione. “Sì, proprio così, mi sono messo in società con un amico, stiamo lavorando per arrivare a produrre entro un anno farmaci a base di marijuana. Questo progetto mi dà lo stimolo per alzarmi tutti i giorni. Mi fa letteralmente godere…”, ha ammesso.