Matthias Sammer: “Nel 1997 presi un virus. Mi avevano dato per morto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Novembre 2014 11:31 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2014 11:32
matthias-sammer

Matthias Sammer

MONACO DI BAVIERA (GERMANIA) – L’ex difensore pallone d’oro Matthias Sammer, attuale direttore sportivo del Bayern Monaco, ha parlato al quotidiano tedesco Die Zeit, rivelando alcuni particolari clamorosi in merito a una vicenda che lo ha visto vicino alla morte, ai tempi in cui venne operato al ginocchio, circa 17 anni fa.

“I medici parlarono con mia moglie e le diedero poche speranze, poi l’ultima medicina mi salvò. Solo molto più tardi lei me lo ha rivelato. Tutte le alternative erano grigie e che tutto tornasse come prima era una possibilità remota”.

Nonostante siano passati quasi 20 anni, Sammer non dimentica. Ciò che successe in una clinica di Berlino ha dell’incredibile: il difensore, ai tempi del Borussia Dortmund, in seguito a un intervento al ginocchio, rischiò di morire e di rimanere invalido a causa dello “Staphylococcus aureus”, motivo che lo ha costretto a ritirarsi dall’attività agonistica.

“Avrei potuto continuare per altri 4-5 anni. Adesso non posso correre con i miei figli. Ma la quotidianità con la mia famiglia e una vita nel mondo del calcio rappresentano la mia bussola e mi fanno felice”.