Mattia Almaviva, ecco che fine ha fatto il bambino a cui Totti consegnò la sua ultima fascia da capitano

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 29 Maggio 2020 15:09 | Ultimo aggiornamento: 29 Maggio 2020 15:09
Mattia Almaviva, ecco che fine ha fatto il bambino a cui Totti consegnò la sua ultima fascia da capitano

Mattia Almaviva, ecco che fine ha fatto il bambino a cui Totti consegnò la sua ultima fascia da capitano (foto Ansa)

ROMA – Il pomeriggio del 28 maggio 2017 Francesco Totti si ritirò dal calcio giocato.

Poco prima del suo ormai celebre discorso, l’ex numero dieci della Roma consegnò la sua ultima fascia da capitano ad un raccattapalle.

Il fortunato si chiama Mattia Almaviva (qui il video).

Quel giorno, vennero convocati allo Stadio Olimpico tutti i capitani delle varie formazioni giovanili della Roma.

Almaviva era allo stadio in rappresentanza dei pulcini giallorossi di cui era capitano.

Oggi, a tre anni di distanza, il piccolo Mattia gioca ancora nella Roma ma è salito di categoria fino all’under 14.

Anche in questa nuova categoria, si sta mettendo in evidenza con prestazioni di livello.

Evidentemente Totti ci aveva visto giusto nel consegnargli una fascia da capitano così storica ed importante.

Dietro quel gesto, c’erano già degli indizi sulla futura volontà dell’ex numero dieci della Roma.

Infatti Totti ha aperto una agenzia di procuratori con il sogno di scovare i nuovi talenti del mondo del calcio.

L’ex capitano della Roma lo ha spiegato ai microfoni di Dazn nel corso di una intervista rilasciata a Diletta Leotta.

“Non voglio fare il procuratore, questo non mi interessa…

Voglio occuparmi dello scouting: ho intenzione di girare  il mondo per trovare qualche giovane promettente”.