Maurizio Gasparri: “Che mi frega di Di Maio, la Roma ha eliminato il Barcellona”

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 aprile 2018 17:45 | Ultimo aggiornamento: 11 aprile 2018 17:45
Maurizio Gasparri: "Che mi frega di Di Mario, la Roma ha eliminato il Barcellona"

Maurizio Gasparri: “Che mi frega di Di Mario, la Roma ha eliminato il Barcellona”

ROMA – Nella mente soltanto la Roma, a Maurizio Gasparri chiedono di politica ma lui risponde facendo riferimento all’impresa dei giallorossi contro il Barcellona.

 

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

 

“Che mi frega di Di Maio, ha segnato Dzeko”
 

Maurizio Gasparri è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano.

Il senatore di Forza Italia viene interrogato su questioni politiche, ma vuole parlare solo della vittoria della Roma in Champions: “Cosa dirà Forza Italia a Mattarella? Che la Roma ha fatto un’impresa storica, che nessuno pensava fosse possibile. Quelli del Barcellona volevano andare fuori dalla Spagna e dall’Europa, sono stati accontentati. Il mandato esplorativo potrebbe darlo a Di Francesco, avrebbe la maggioranza assoluta, non solo a Roma.

Questo fatto domina le cronache, del resto non so. Di Maio? Che non vuole Berlusconi è una notizia vecchia, Roma-Barcellona invece è una notizia nuova. Tutti commentano il gol di Dzeko, di cosa volete che si parli oggi, di Di Maio? Il Governo si farà, vedremo cosa succederà.

Che succede ora? Che c’è il sorteggio, probabilmente con Real Madrid,  Liverpool e Bayern Monaco. Secondo voi tra trent’anni uno dirà che era all’Olimpico quando si giocò Roma-Barcellona oppure si ricorderà di aver commentato le parole di Di Maio? Lo sport oggi è storia, la politica è cronaca”. 

Gasparri è un fiume in piena: “Quello che è successo ieri vale uno scudetto. Se vinciamo col Barcellona tre a zero, figuratevi che mi frega dell’elenco dei sottosegretari di Di Maio. Ieri a un certo punto Claudio Amendola, un uomo di sinistra, allo Stadio ha saltato due o tre file di poltroncine e mi ha abbracciato. Ha detto stasera abbraccio anche Gasparri. Un abbraccio virile tra tifosi, senza alcun coinvolgimento politico”. 

AUDIO

http://www.tag24.it/podcast/maurizio-gasparri-governo-penso-solo-alla-roma/.