Mazzarri: “Se giochiamo da Napoli il Palermo non ha possibilità”

Pubblicato il 22 Aprile 2011 18:22 | Ultimo aggiornamento: 22 Aprile 2011 18:22

NAPOLI, 22 APR – Ferma le voci, Walter Mazzarri. Quelle che ”arrivano dal nord” e anche al tecnico del Napoli ”non interessano”.

Lo dice senza se e senza ma alla vigilia di una partita decisamente importante, quella con il Palermo. ”Sono uno serio e dico sempre le cose in faccia. Parlo alla fine”, premette in conferenza stampa. Poi chiarisce a tutti come stanno le cose: ”Non sono distratto dai giornali e vado dritto per la mia strada”. Insomma, di chiacchiere, oggi piu’ che mai, Mazzarri non ne vuole sentire. Per una ragione, sulle altre: non vuole destabilizzare l’ambiente. Ne’ parlare del suo futuro, Juventus compresa. Ecco perche’ oggi lo ha detto a muso duro: ”Non sono distratto dai giornali e vado dritto per la mia strada. I bilanci, cosi’ come li fanno la societa’, i giornalisti e tutto l’ambiente, alla fine li fa anche il tecnico. Tutto il resto sono cavolate per cercare di destabilizzare l’ambiente. Ora sono intento a portare il Napoli piu’ avanti possibile. Le voci che arrivano dal Nord non mi interessano”. ”Mi e’ bruciato aver perso domenica contro l’Udinese ed ho detto ai miei giocatori che la gara per la sfortunatissima prestazione contro i bianconeri deve diventare energia positiva – ha, poi, aggiunto – La vera cosa che mi preoccupa e’ la forza della compagine allenata da Rossi, loro sono nel momento migliore.

Il Palermo e’ reduce da una prestazione super a San Siro contro il Milan in Coppa Italia, poi stanno facendo di nuovo bene in campionato. Anche con il Cesena vinceva 2-0 fino a pochi minuti dalla fine della partita. Questo e’ il vero motivo che mi preoccupa, tutto il resto e’ aria fritta”. Domani la compagine partenopea dovra’ fare a meno di Cannavaro e Lavezzi, entrambi squalificati e che quasi certamente saranno sostituiti il primo da Cribari ed il secondo da Mascara. ”Le assenze pesano, se questi giocatori sono stati sempre impegnati, vuol dire che li reputo importantissimi ma anche quando un titolarissimo e’ mancato abbiamo fatto ugualmente bene”, sottolinea Mazzarri. Per il tecnico il match di domani e’ si’ una sfida delicata, ma non una partita chiave: ”Speriamo di essere piu’ fortunati rispetto alla gara di domenica. Se giochiamo da Napoli non avremo problemi, altrimenti possiamo rischiare sempre. Voglio il massimo in ogni partita. Abbiamo cinque finali, diamo il 130% e bisogna continuare cosi’ fino al termine”. La gara in terra di Sicilia vedra’ anche il ritorno da titolare di Walter Gargano.

”L’ho rivisto bene sia con la Lazio che con l’Udinese – ha spiegato Mazzarri – In casa non l’ho fatto partire titolare per la situazione che si era creata, adesso e’ arrivato il momento. A Palermo ci sara’, poi vedremo”. Intanto, per la squadra, questa mattina consueta seduta di rifinitura con allenamento atletico in avvio e rifinitura.