Meno moviola in tv, più in campo

Pubblicato il 27 luglio 2010 10:41 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2010 10:41

Thierry Henry

La Rai cancella le “telerisse” della domenica. Questa la storica decisione della tv di Stato. Abolito lo spazio in cui l’ex arbitro Tombolini analizzava le sviste dei fischietti.

L’Azienda appoggia la scelta del direttore di RaiSport De Paoli: “L’Associazione degli arbitri ci aiuterà a capire i capi spinosi”.

La Redazione, però, non l’ha presa di certo bene: “Siamo sconcertati. Irrituale la procedura scelta per comunicare la svolta”. Questo è quanto scrive il Cdr.

Cambio della guardia anche sulla Nazionale. Gentili, ex voce di “Tutto il calcio minuto per minuto”, prende il posto di Marco Civoli.

Casarin commenta: “La tv spesso dimostra la bravura degli arbitri”. Nicchi e Collina sono dello stesso parere: “Passo giusto, così si migliora il movimento calcistico”.

L’esempio è Tagliavento in Inter-Samp la moviola tv ha dimostrato che era stato perfetto. Non vedendo gli episodi contestati, a passare sarebbe stato il messaggio delle “manette” di Josè Mourinho.

Collina aggiunge: “La scelta della Rai consentirà un ritorno al piacere di sentire parlare di calcio. E’ fondamentale che uno strumento come la televisione contribuisca a fare cultura calcistica”.

Insomma meno moviola alla tv. Ora ci si augura che questo provvedimento venga accompagnato da un suo maggiore utilizzo nel terreno di gioco per evitare sviste madornali come quella su Henry contro l’Irlanda o Lampard contro la Germania.