Mertens e il record di gol nel Napoli, Hamsik accetta il sorpasso: “Sei una leggenda”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 14 Giugno 2020 18:57 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2020 18:57
Mertens e il record di gol nel Napoli, Hamsik accetta il sorpasso: "Sei una leggenda"

Mertens e il record di gol nel Napoli, Hamsik accetta il sorpasso: “Sei una leggenda” (foto Ansa)

NAPOLI- Grazie al gol pesantissimo che ha portato il Napoli in finale di Coppa Italia, Mertens ha superato Hamsik ed è diventato il capocannoniere della società campana di tutti i tempi.

Anche Marek Hamsik applaude alla qualificazione del Napoli per la finale di Coppa Italia.

Ma soprattutto fa i complimenti a Dries Mertens che lo ha scavalcato – realizzando ieri sera contro l’Inter il 122/o gol con il Napoli – nella classifica all-time dei cannonieri del club partenopeo.

    Il calciatore slovacco, ed ex capitano del Napoli, si è voluto congratulare con il belga tramite il proprio profilo Instagram, pubblicando uno scatto che ritrae Mertens accompagnato da una frase assai emblematica:

“Sinceri complimenti, bomber. Leggenda Dries Mertens”.

Mertens ha segnato il gol qualificazione per il Napoli, adesso parte la caccia alla Coppa Italia.

Sarà Juventus-Napoli la finale di Coppa Italia che assegnerà il primo trofeo italiano durante la fase di convivenza con il coronavirus.

Eppure la partita non era iniziata bene per i campani visto che l’Inter era passato in vantaggio dopo aver giocato una grande mezz’ora.

La squadra di Antonio Conte ha sbloccato la partita grazie ad un gol da calcio d’angolo di Eriksen (il primo dopo la ripresa del calcio italiano).

Poi i nerazzurri hanno dominato ma hanno fallito comode occasioni da gol con Candreva e Lukaku.

Questi errori, insieme ad una clamorosa sbandata difensiva, sono costati cari all’Inter visto che il Napoli ha segnato la rete qualificazione a fine primo tempo con Mertens.

Il belga ha segnato da due passi su assist di Insigne ed è diventato il capocannoniere assoluto del Napoli staccando sia Hamsik che Maradona.

Nella ripresa, il Napoli ha giocato meglio ma l’Inter si è fatto comunque molto pericoloso con Eriksen e Alexis Sanchez (entrato in campo al posto di Lautaro Martinez).

Oltre a Mertens, l’eroe della serata è stato Ospina.

Il portiere colombiano aveva iniziato malissimo la partita con la papera che aveva regalato il gol ad Eriksen ma poi è salito in cattedra con dei miracoli su Candreva, Lukaku e lo stesso centrocampista danese.

Adesso si sfideranno in finale due allenatori che non hanno mai vinto la Coppa Italia, chi sarà il primo a trionfare tra Sarri e Gattuso? Lo scopriremo mercoledì 17 giugno a Roma… (fonte Ansa).