Messi vs Cristiano Ronaldo: più forte il primo dice la statistica che pesa i gol

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Maggio 2015 13:17 | Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2015 13:17
Messi vs Cristiano Ronaldo: più forte il primo dice la statistica che pesa i gol

Messi vs Cristiano Ronaldo: più forte il primo dice la statistica che pesa i gol

ROMA – Messi vs Cristiano Ronaldo: più forte il primo dice la statistica che pesa i gol. L’ennesima tripletta di Cristiano Ronaldo alla penultima della Liga ha un  sapore amaro: con 45 gol contro 41 ha staccato l’eterno rivale Leo Messi che con un solo gol ha però archiviato il campionato ribaltando l’esito dell’anno scorso. Barcellona campeon, Real Madrid triste secondo. A prescindere dai gusti personali il duello a suon di gol per chi sia il migliore al mondo per ora è ristretto ai due mostruosi goleador: ma ogni gol non è uguale all’altro, se ci fermiamo a pesarli invece che limitarci a contarli, viene fuori che la “pulce” argentina è più decisivo.

Certo, per molti basterebbe fermarsi alla finta con cui in Champion League ha steso un colosso come Boateng per non avere dubbi di sorta. Interessante però è la conferma che ci giunge dagli Stati Uniti dove notoriamente le statistiche applicate allo sport sostituiscono in toto le verbose diatribe europee dei milioni di ct che intasano il dibattito. Attraverso il sistema statistico applicato al baseball Expected Points Added (Epa) – lo ha utilizzato un anonimo australiano nel blog Game Theory dell’Economist – sono stati misurati i gol dei due dioscuri delle ultime due stagioni 2013 e 2014.

Ronaldo ha totalizzato 105 gol contro gli 86 del rivale: Epa, però, che misura il punteggio che un gol produce rispetto al risultato atteso in un dato momento della partita, premia Messi perché l’indice Ep tra club e nazionale è più alto (59,5 Epa, 0,69 per gol) di quello di Ronaldo (50,4 Epa, 0,48 per gol). Danilo Taino sul Corriere della Sera spiega i criteri di valutazione.

Esiste un sito web, SoccerStatistically.com, che misura la possibilità di vittoria, di pareggio, di sconfitta di una squadra in ogni momento della gara tenendo in considerazione il risultato in quell’istante, il tempo rimasto, il campo in cui si gioca: semplicemente confrontando queste possibilità prima e dopo un gol si ha la misura del «peso» della rete. Per esempio, un gol segnato al 90° minuto da una squadra che gioca in casa e sta pareggiando vale 1,76 punti Epa; un gol all’ultimo minuto della stessa squadra ma che sta già vincendo due a zero aggiunge 0,007 Epa: 250 volte meno. (Danilo Taino, Corriere della Sera).