Messi: “Stavo per lasciare il Barcellona, tutta colpa del fisco…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Ottobre 2019 18:54 | Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre 2019 18:54
Messi lasciare Barcellona ecco perché stavo per farlo

Messi nella foto Ansa

BARCELLONA (SPAGNA) – Lionel Messi è stato vicinissimo a lasciare il Barcellona nel 2013 e nel 2014. L’attaccante argentino era stufo dei problemi con il fisco e ha pensato seriamente di lasciare la sua squadra del cuore per trasferirsi in un’altra Nazione. A rivelarlo, è lo stesso Messi ai microfoni della radio catalana RAC1. Le sue dichiarazioni sono riportate dalla Gazzetta dello Sport. 

“In certi momenti mi sono sentito molto stanco, per vari motivi. E’ successo in diverse occasioni, soprattutto nel 2013 e 2014, quando ho avuto il problema con il fisco spagnolo. È stata dura per me e la mia famiglia. In quel momento ho pensato di andarmene, non per il Barça ma per la situazione che stavo vivendo.

Oggi la mia idea e quella della mia famiglia è di finire qui la mia carriera – ha poi specificato Messi -. Soprattutto per come mi trovo nel club e per come stiamo bene in questa città. Ogni anno vedo come sto e se posso continuare. Ormai ho un’età in cui si inizia a fare fatica ed è normale e logico.

Potrei dire che arriverò a 35 o 36 anni e a qual punto non potrò più muovermi. Penso di essere cresciuto molto durante la gestione Guardiola, è stato davvero speciale. È stata una delle ere migliori come giocatore e come squadra.

Il momento peggiore della mia carriera? Tra il 2013 ed il 2014. Mi sono infortunato due o tre mesi, poi sono andato in Argentina per recuperare. Cristiano Ronaldo? Mi sarebbe piaciuto continuasse a Madrid, dava un ‘plus’ alla rivalità e al Clasico.

Il Real, comunque, sarà davanti fino alla fine della stagione perché ha giocatori molto bravi, ma era chiaro che avrebbe sentito la perdita di Cristiano. Neymar? Questa estate per un momento ho pensato che sarebbe andato al Real Madrid, dato che aveva molta voglia di andar via.

Aveva manifestato il suo desiderio di lasciare Parigi e credevo che Florentino Pérez e il Real avrebbero fatto qualcosa per portarlo via. Per il futuro non escludo nulla, né che torni al Barcellona né che vada al Real” (fonti La Gazzetta dello Sport e la radio catalana RAC1).