Messi e la clausola da 700 milioni, La Liga si schiera con il Barcellona

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Agosto 2020 14:26 | Ultimo aggiornamento: 30 Agosto 2020 15:55
Messi e la clausola da 700 milioni, La Liga si schiera con Barcellona

Messi e la clausola da 700 milioni, La Liga si schiera con il Barcellona (foto Ansa)

Troppe voci sulla clausola da 700 milioni nel contratto di Messi così la Liga ha deciso di fare chiarezza con un comunicato stampa.

  La Liga prende posizione nella diatriba aperta tra Leo Messi   e il Barcellona schierandosi con il club catalano.

In una nota rilanciata dai media spagnoli, la federazione calcistica ha comunicato ufficialmente che il contratto in essere con la società blaugrana è attualmente valido e in vigore.

Per liberarsi, quindi, il giocatore argentino deve pagare la clausola risolutiva, da 700 milioni di euro, proibitiva per tutte le squadre che hanno approcciato l’entourage del giocatore negli ultimi giorni.

Messi, a quanto si legge nel documento, non sarebbe quindi libero di firmare con un’altra squadra prima di aver risolto la situazione con la dirigenza del Barcellona.

La ‘Pulce’ però non sembra avere intenzione di ricucire lo strappo con il club di cui è diventato bandiera visto che nella mattinata di oggi ha disertato le visite mediche programmate per i giocatori della prima squadra.

Il comunicato stampa della Liga è riportato dal Corriere dello Sport.

“In relazione alle diverse interpretazioni (alcune delle quali in contrasto tra loro) pubblicate nei giorni scorsi su diversi media, relative alla situazione contrattuale del giocatore Lionel Andrés Messi con l’FC BarcelonaLa Liga ritiene opportuno, previa analisi, chiarire la situazione contrattuale del giocatore con il suo club.

Il contratto attualmente vigente presenta una clausola di rescissione applicabile qualora Messi opti per l’interruzione anticipata ed unilaterale del contratto.

Clausola svolta ai sensi dell’articolo 16 del regio decreto 1006/1985, del 26 giugno, che regola il rapporto di lavoro speciale degli atleti professionisti.

In conformità con le normative applicabili, e seguendo la procedura corrispondente in questi casi, La Liga non effettuerà la precedente procedura di visto per l’allontanamento del giocatore dalla federazione se non è stato precedentemente pagato l’importo di tale clausola” (fonte Agi e Il Corriere dello Sport).