Messina: la società non paga il conto, l’albergo “sfratta” i giocatori

Pubblicato il 9 Ottobre 2010 15:02 | Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre 2010 15:15

I calciatori dell’Acr Messina, che milita in Serie D e che domani affronterà in casa i calabresi del Sambiase, sono stati sfrattati ieri dal’hotel “Parco degli Ulivi”, dove erano alloggiati. In una nota, la direzione del Parco degli Uilivi spiega di ”essere stata costretta” a prendere il provvedimento.

”Si è giunti a questa spiacevole decisione – continua la nota – a causa del mancato pagamento di quanto dovuto per i servizi offerti dall’hotel che ospitava in pensione completa dal 30 agosto scorso lo staff della squadra. Il debito accumulato ad oggi nei confronti dell’hotel ammonta a 39.058 euro. Il presidente dell’Acr Messina, Santarelli dopo vari colloqui telefonici e svariate promesse mai mantenute, dopo aver inviato fax di distinte di bonifico, cui mai seguiva l’accredito bancario, non ha risposto neanche ad una richiesta di ”un gesto di buona volontà”.

Alla direzione non è rimasto altro da fare che chiedere allo staff della squadra di abbandonare l’albergo, ”pur nella consapevolezza di recare disagio a dei professionisti che certamente non hanno responsabilità”.