Sport

“Michael Schumacher sciava piano, rocce coperte da neve”: la verità del video

"Michael Schumacher sciava piano, rocce coperte da neve": la verità del video

“Michael Schumacher sciava piano, rocce coperte da neve”: la verità del video (Foto LaPresse)

PARIGI – Michael Schumacher sciava piano e le rocce sulla pista di Meribel erano coperte dalla neve e non stava soccorrendo nessuno. Il video della telecamera sul casco dell’ex pilota di Formula 1 svela la dinamica dell’incidente in cui è rimasto gravemente ferito lo scorso 29 dicembre. Schumacher, le cui condizioni sono critiche, è ricoverato nell’ospedale di Grenoble, in Francia.

Secondo fonti della Procura di Albertville, che hanno visionato le immagini della telecamera, la velocità di Schumacher al momento dell’incidente “non era eccessiva”, sarebbe stata al massimo di 20 km all’ora. L’ex pilota andava piano e si stava spostando da una pista battuta ad un’altra in un tratto in cui c’era della neve fresca, che ha coperto il sasso su cui Schumacher ha perso lo sci cadendo e battendo la testa.

“Esistono soltanto due minuti di video e non si vede Schumacher soccorrere nessuno”: ha detto il procuratore di Albertville, Patrick Quincy, in risposta alla domanda di un giornalista durante la conferenza stampa di Grenoble. Il procuratore ha affermato che Schumacher ha “scelto deliberatamente di andare nella zona” in cui ha poi avuto l’incidente, e che non è andato a soccorrere nessuno. Schumacher è stato definito da Quincy “sciatore esperto, che conosceva le piste di Meribel dove era già venuto a sciare diverse altre volte”. 

Agli inquirenti non risulta nessun elemento sul presunto video girato sulla pista dell’incidente di Schumacher da un altro sciatore, ha detto Quincy, procuratore di Albertville, indicando l’elemento come un video “di cui ha parlato il settimanale tedesco Der Spiegel”.

 

To Top