Al Wehda esonera Mido, ha insultato un tifoso su Twitter: rischia la fustigazione

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 23 marzo 2019 16:52 | Ultimo aggiornamento: 23 marzo 2019 17:19
Al Wehda esonera Mido, ha insultato un tifoso su Twitter

Al Wehda esonera Mido, ha insultato un tifoso su Twitter

ROMA – Mido Hossam Ahmed, ex calciatore tra le altre di Roma, Tottenham ed Ajax, è stato esonerato dall’Al Wehda, club dell’Arabia Saudita, per aver insultato un tifoso su Twitter. Il tifoso aveva chiesto le sue dimissioni dopo la pesante sconfitta contro l’Al-Nassr (0-4). A quel punto Mido gli ha risposto con un insulto molto pesante. In Arabia Saudita è reato insultare pubblicamente un altro uomo, in questi casi si rischia la fustigazione. Inevitabile l’esonero da parte del suo club.

Al Wehda, ecco perché ha esonerato l’ex calciatore della Roma Mido

Le motivazioni di questo esonero, sono state spiegate dallo stessa società Al Wehda con le seguenti parole: “Mido non è stato mandato via per ragioni tattiche, ma per un tweet che ha pubblicato sul suo account ufficiale – le parole del vice presidente del club Abdallah Khokair -. Speriamo che il suo account sia stato hackerato, tatticamente il suo lavoro è stato fondamentale”.

Subito dopo l’esonero, Mido ha fatto sapere alla sua società di non aver insultato il tifoso. O meglio, l’insulto è stato pubblicato proprio dal suo profilo Twitter ufficiale ma, stando a quanto dichiarato da Mido, non sarebbe stato lui a scriverlo. Secondo Mido, il suo profilo Twitter sarebbe stato hackerato. Se Mido rivuole la sua panchina, dovrà dimostrarlo. Ecco le parole dell’ex calciatore della Roma: “Rispetto la decisione del club, ma il mio account è stato violato e userò tutti gli strumenti legali per dimostrarlo”.