Miguel van Damme, annuncio drammatico su Instagram: “Cancro è tornato”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 17 Giugno 2019 16:52 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2019 16:52
Miguel van Damme, annuncio drammatico su Instagram: "Cancro è tornato"

Miguel van Damme, annuncio drammatico su Instagram: “Cancro è tornato”

BRUGES – Miguel Van Damme ha commosso il mondo del calcio. Il portiere del Cercle Brugge ha diffuso un annuncio drammatico su Instagram dove ha comunicato il ritorno del cancro. Riportiamo di seguito le dichiarazioni rilasciate da Miguel Van Damme attraverso un video pubblicato sul suo canale Instagram ufficiale.

“Mi rivolgo a voi follower di Instagram. Purtroppo non ho buone notizie da darvi perché martedì sono stato nuovamente ricoverato. Verrà effettuato un trapianto di midollo osseo, per il quale sono già stati cercati donatori in tutto il mondo. Vi chiedo di registrarvi anche voi come donatori, potreste aiutare molte altre persone che hanno il mio stesso problema. Sarà una lunga lotta, un duello infernale, ma continuerò a combattere e non mi arrenderò mai. E’ la partita più importante della mia vita”.

Il dramma di Van Damme è iniziato nel giugno del 2016, quando durante un controllo medico prima dell’inizio della stagione 2016/17, al portiere belga è stata diagnosticata la leucemia.

Un anno dopo ha annunciato di aver sconfitta la malattia e ha firmato un nuovo contratto con il Cercle Brugge fino al giugno del 2019. Van Damme si è ripreso e nonostante avesse ancora bisogno di farmaci su base giornaliera, è stato in grado di giocare nella Coppa del Belgio del 2017-18 il 20 settembre 2017 contro Genk.

Van Damme è una bandiera del Cercle Brugge. E’ nato calcisticamente in questa società e fa parte del club da sei anni. Nonostante i numerosi problemi di salute, Miguel Van Damme è riuscito a giocare 37 partite con la maglia della società belga. Al momento del suo debutto in prima squadra, era ritenuto uno dei portieri più interessanti d’Europa in prospettiva futura. Poi ha dovuto fare i conti con questa malattia che ha già sconfitto una prima volta e che adesso ci auguriamo tutti che possa battere di nuovo.