Mike Tyson e il trucco della pipì all’antidoping: “Usavo i miei figli…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Agosto 2019 15:27 | Ultimo aggiornamento: 8 Agosto 2019 15:27
Mike Tyson racconta il trucco della pipì all'antidoping: "Usavo i miei figli..."

Mike Tyson nella foto d’archivio Ansa

ROMA – Mike Tyson e il trucco della pipì all’antidoping. L’ex pugile continua a far parlare di sè anche a 15 anni dal suo rituro. Il 53enne ex pugile e tra i più grandi picchiatori della storia della boxe, ha infatti raccontato, in un’intervista a Espn, di avere utilizzato l’urina dei figli per superare i test antidoping.

“Volevo utilizzare anche quella di mia moglie ma poi lei mi disse ‘attento che poi risulta che sei incinto…”, ha detto Iron Mike sorridendo. “Allora ho pensato di utilizzare quella dei miei figli, usando un pene finto, sebbene fosse in ogni momento fosse accompagnato da uno staff medico”. “La maggior parte degli uomini, anche i gay – ha detto Tyson – si sentono sempre a disagio quando mostri loro il pene, quindi quando ho mostrato loro il mio, si sono girati e io l’ho tirato fuori con la mano”, ricorda Mike Tyson sorridendo.

Tyson è stato protagonista della boxe dal 1985 al 2005 con un record di 50 vittorie (44 per ko), 6 sconfitte e 2 no contest. Svariati i suoi titoli mondiali nei pesi massimi, tra il 1986 e il 1996, con le sigle Wbc, Wba e Ibf. È ancora oggi il più giovane campione del mondo dei pesi massimi della storia del pugilato (20 anni, 4 mesi e 22 giorni nel 1986). (Fonte Ansa).