Mike Tyson: “La mia tigre ha strappato un braccio a una donna. Ecco quanto ho pagato per il suo silenzio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Marzo 2020 17:24 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2020 17:26
Mike Tyson: "La mia tigre ha strappato un braccio a una donna. Ecco quanto ho pagato per il suo silenzio"

Mike Tyson: “La mia tigre ha strappato un braccio a una donna. Ecco quanto ho pagato per il suo silenzio” (da Instagram)

ROMA – Incredibile retroscena raccontato dall’ex pugile Mike Tyson nel corso di una intervista rilasciata al rapper Fat Joe. 

“La mia tigre ha strappato un braccio ad una donna? Non è scappata di casa, non è andata così. Qualcuno ha scavalcato il recinto dove era la tigre e ha iniziato a giocarci.

La tigre non conosceva la ragazza, è stato un brutto incidente. Ma è lei che è saltata dentro la proprietà in cui si trovava la tigre…

quando ho visto quello era successo le ho comunque dato 250 mila dollari, qualunque cosa fosse… non puoi credere a quello che possono fare con la carne umana, non ne avevo idea.

Ero un pazzo allora, non c’è modo di domare certi animali al 100%, non succederà mai. Ti uccidono per caso, non vogliono nemmeno farlo, succede per caso. Sono troppo forti, specialmente quando giochi duro con loro.

L’idea di averne una? Ero in prigione a parlare con un amico da cui ho comprato un’auto. Il padre aveva tigri e leoni, un paio di mesi dopo sono tornato a casa e mi regalò un cucciolo…”.

Mike Tyson usava urina figli per passare controlli antidoping.

Ne ha fatte tante, sul ring e fuori, ma Mike Tyson continua a far parlare di sé anche a 15 anni dal suo rituro.

Il 53enne ex pugile e tra i più grandi picchiatori della storia della boxe, ha infatti raccontato, in un’intervista a Espn, di avere utilizzato l’urina dei figli per superare i test antidoping.

“Volevo utilizzare anche quella di mia moglie ma poi lei mi disse ‘attento che poi risulta che sei incinto…”, ha detto Iron Mike sorridendo.

“Allora ho pensato di utilizzare quella dei miei figli, usando un pene finto, sebbene fosse in ogni momento fosse accompagnato da uno staff medico:

“La maggior parte degli uomini, anche i gay – ha detto Tyson – si sentono sempre a disagio quando mostri loro il pene, quindi quando ho mostrato loro il mio, si sono girati e io l’ho tirato fuori con la mano”, ricorda Mike Tyson sorridendo (fonte Ansa).