Milan, Altafini: “Ibrahimovic non è più il calciatore di una volta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Gennaio 2020 21:00 | Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio 2020 20:16
Milan, Altafini: "Ibrahimovic non è più il calciatore di una volta"

Milan, Zlatan Ibrahimovic nella foto Ansa

MILANO – José Altafini, ex stella del Milan, ha parlato del debutto di Zlatan Ibrahimovic nel corso di una intervista rilasciata a Radio Sportiva. Le sue dichiarazioni sono riportate da pianetamilan.it:   “Ibrahimovic? Più di così non poteva fare, da rivedere quando sarà in forma, per ora non possiamo giudicarlo. Una volta era l’uomo partita, oggi non più, il suo contributo potrà essere molto blando”.

José Altafini ha assolto Pioli visto che secondo lui la squadra non è composta da calciatori molto forti dal punto di vista tecnico: “Obiettivo stagionale del Milan? Cercare di fare più punti possibile per evitare di avere problemi. Non è facile per i dirigenti sistemare la squadra in questa situazione. Pioli? Lavora con quello che ha. Ci sono giocatori che non riescono a fare un cross decente…”.

Le dichiarazioni rilasciate da Ibrahimovic dopo il suo esordio. Zlatan Ibrahimovic sognava un debutto diverso, con una vittoria e con un gol per poter festeggiare “con il gesto di Dio sotto la curva”, la sua celebre esultanza con le braccia aperte. Le dichiarazioni di Ibrahimovic sono riportate dall’Ansa.

“Mancano tanta fiducia e aggressività vicino alla porta – dice lo svedese in zona mista, dopo lo 0-0 contro la Sampdoria -, non siamo concreti. Spero di portare tutte queste cose, davanti alla porta bisogna andare per ammazzare”.

Ibrahimovic è convinto al 100% che il Milan “possa rialzarsi”, richiama i compagni al “lavoro” e al “sacrificio” e conferma di non essere “soddisfatto” perché sono mancati i tre punti: “I tifosi non sono contenti, i risultati non sono positivi”. Lo svedese ammette di aver provato una forte emozione: “Questa adrenalina mi spingerebbe a giocare ancora altri 10 anni, è stato magico vedere San Siro pieno” (fonte Ansa).