Sport

Milan, gli arabi sullo sfondo: Fassone e Mirabelli a rischio

fassone-mirabelli

Milan, gli arabi sullo sfondo: Fassone e Mirabelli a rischio

ROMA – La sconfitta di Verona, dopo il no della Uefa e il caso Donnarumma, chiude la settimana più difficile del nuovo Milan. Intanto arrivano novità importanti sul calciomercato milanista ma non solo: secondo “Repubblica” potrebbero esserci novità importanti anche sul fronte dirigenziale e societario.

Da Londra le ultime voci incalzanti riferiscono che, se il fondo Highbridge non dovesse rifinanziare entro fine anno il pesante debito di Yonghong Li sottolineato in rosso dall’Uefa (383 milioni con gli interessi, da restituire al fondo Elliott entro ottobre 2018), gli aspiranti acquirenti arabi del Milan, indirizzati per ora verso il rifinanziamento, potrebbero intanto chiedere un rinnovo dirigenziale. Anche Fassone e Mirabelli quindi sarebbero a rischio.

Al momento la pista Capello per l’area tecnica sembra tramontata. Il garbuglio sulle decisioni del Cda resta notevole: ogni cambio di management dovrebbe essere proposto da Li, ma con il via libera dei membri italiani, in primis Scaroni, il manager già presidente dell’Eni con Berlusconi premier.

To Top