Milan-Bologna, ultima spiaggia per Gattuso ma se aggancia la Roma non si mette male…

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 5 maggio 2019 21:18 | Ultimo aggiornamento: 5 maggio 2019 21:18
Milan-Bologna, ultima spiaggia per Gattuso ma se aggancia la Roma non si mette male...

Milan-Bologna, ultima spiaggia per Gattuso ma se aggancia la Roma non si mette male…. Foto ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

MILANO – Milan-Bologna è l’ultima spiaggia per Gattuso. Il tecnico calabrese non può più sbagliare e deve vincere a tutti i costi per restare in corsa per un posto in Champions League. La situazione non è semplice ma in caso di vittoria non si metterebbe male, anzi… Se i rossoneri battono il Bologna agganciano la Roma al quinto posto in classifica, a meno tre dall’Atalanta, ma in realtà sono davanti per gli scontri diretti (Il Milan  ha battuto la Roma a San Siro e ha pareggiato all’Olimpico). 

Milan-Bologna, con una vittoria i rossoneri agganciano la Roma ma sono sopra per gli scontri diretti. 

Con una vittoria contro il Bologna, il Milan si porterebbe a meno tre dall’Atalanta. Il Milan è in vantaggio negli scontri diretti anche contro l’Atalanta (ha pareggiato a San Siro e vinto a Bergamo) quindi ai rossoneri basterebbe chiudere il campionato con gli stessi punti della squadra di Gasperini per beffarla in chiave Champions. Se il Milan batte il Bologna ha poi la strada in discesa perché affronta tre squadre che non hanno più motivazioni di classifica: Fiorentina (trasferta), Frosinone (casa) e Spal (trasferta).

L’Atalanta ha invece un calendario più difficile. Incontra Genoa (casa), Juventus (trasferta) e Sassuolo (casa). Il Genoa non è ancora salvo e la Juventus non regala punti a nessuno tanto è vero che nelle ultime partite ha pareggiato sia con l’Inter che con il Torino, altre due squadre in corsa per l’Europa. 

Gattuso prima di Milan-Bologna: “La società non mi ha mai detto che mi manderà via”.

 “Oggi il mio obiettivo è andare in Campions, ho due anni di contratto. La parola dimissioni non fa parte del mio modo di essere. Vado avanti, il mio obiettivo è portare la squadra in Champions, il resto non conta nulla”.

Così Rino Gattuso ha glissato sul suo futuro al Milan. “Sento dire che il prossimo anno vado via – ha notato alla vigilia della sfida con il Bologna -. A me la società non ha detto nulla. Nel poco che leggo ci sono cose assurde, perché c’è grande intesa e rispetto con Leonardo e Maldini”.