Milan, è arrivato Pioli ma i calciatori volevano Gattuso e Maldini aveva scelto Spalletti

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 7 Novembre 2019 19:36 | Ultimo aggiornamento: 7 Novembre 2019 19:36
Milan calciatori volevano Gattuso Maldini voleva Spalletti e Pioli?

Milan, Donnarumma e Gattuso nella foto Ansa

MILANO – Da qualche partita, Pioli siede sulla panchina del Milan ma il tecnico non era la prima scelta né della dirigenza, né dei calciatori. I giocatori rossoneri non hanno mai accettato il modo di allenare di Marco Giampaolo e fin dal primo momento si sono dimostrati ostili ai dettami tattici dell’ex mister della Sampdoria. Così dopo il suo esonero, una delegazione dei calciatori del Milan, guidata dal capitano Alessio Romagnoli, ha avuto un colloquio con la dirigenza rossonera per chiedere il ritorno di Gattuso

Gattuso è stato aspramente criticato la scorsa stagione ma ha avuto il grandissimo merito di portare una squadra che adesso stenta in campionato fino al quinto posto, ad un passo dalla qualificazione alla Champions League.

Gattuso ha fatto molto bene a Milano, ha disputato due finali di coppa, perdendole contro la corazzata Juventus, e ha portato la squadra ad un passo dall’Europa che conta. Gattuso ha saputo valorizzare calciatori come Piatek e Paqueta che stanno facendo fatica ad emergere con il gioco di Pioli. 

Milan voleva Spalletti, alla fine ha ripiegato su Stefano Pioli. 

La dirigenza ha incassato il volere dei calciatori ma ha preferito gettarsi a capofitto su un altro tecnico italiano, l’ex Inter e Roma Luciano Spalletti. Maldini e Boban non sono riusciti a raggiungere una intesa economica con Spalletti, che non è stato liberato con la buonauscita desiderata dai cugini dell’Inter, e sono stati costretti a trovare un’alternativa. 

Ivan Gazidis, amministratore delegato del Milan, ha proposto il tecnico francese Claude Puel per dare un tocco internazionale al club ma alla fine ha contato il parere di Maldini e Boban che volevano un allenatore che già conoscesse il campionato italiano. Così, non potendo arrivare a Spalletti, e non volendo un rientro alla base di Gattuso, hanno deciso di scegliere Stefano Pioli. 

Tutto questo perché Maldini e Gattuso non sono in buoni rapporti ed il ritorno di Ringhio a Milano sarebbe stato possibile solamente con l’allontanamento di Paolo Maldini, ipotesi che non è stata presa in considerazione dalla proprietà rossonera.