Milan-Fiorentina, standing ovation dei tifosi rossoneri per Ribery

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 29 Settembre 2019 22:46 | Ultimo aggiornamento: 29 Settembre 2019 22:46
Milan Fiorentina Ribery standing ovation tifosi rossoneri applausi

Milan Fiorentina, Ribery applaudito anche dai tifosi rossoneri (foto archivio Ansa)

MILANO – Milan umiliato dalla Fiorentina. I viola hanno vinto 3 a 1 a San Siro ed il passivo sarebbe potuto essere anche più alto se Chiesa non avesse fallito il rigore che avrebbe portato a quattro le marcature della squadra di Firenze. E’ stata la gara di Ribery.

Il 36enne francese ha fatto quello che ha voluto con una difesa del Milan che non è riuscita mai a prenderlo. Dopo il suo gol, i tifosi rossoneri rimasti a San Siro (gli altri se ne erano andati in segno di contestazione) hanno iniziato ad applaudirlo per qualche minuto. Poi, al momento della sua uscita dal campo all’88’, è partita una standing ovation da parte di tutto lo stadio. 

Una cosa simile si era vista per Cristiano Ronaldo, dopo il suo gol in rovesciata alla Juventus, a Torino, ai tempi del Real Madrid. Questi gesti di sportività fanno bene ad un movimento che è sotto accusa soprattutto per cori razzisti. 

Milan-Fiorentina 1-3, tutto San Siro in piedi per Ribery. 

Serie A, Milan-Fiorentina è il posticipo di giornata. Giampaolo ha deciso di schierare il MILAN con il 4-3-3 scegliendo: Donnarumma G.; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié, Bennacer, Calhanoglu; Suso, Piatek e  Leao.

Montella risponde con una FIORENTINA schierata con il 3-5-2 con Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Chiesa e Ribery.

Al 10′, la Fiorentina ha sfiorato il gol con Chiesa. L’attaccante azzurro è stato lanciato da Ribery. Ha calciato con il destro, con potenza, ed è stato fermato solamente da una grande parata di Donnarumma in corner. Al 12′, Ribery si presenta davanti a Donnarumma ma viene fermato da una grande parata del portiere rossonero, sulla ribattuta, Chiesa viene steso da Bennacer. 

Rigore per i viola. Pulgar non sbaglia e porta in vantaggio la Fiorentina al 13′. Al 25′, Suso ha fatto partire un gran sinistro che è stato deviato in corner da Dragowski. Al 28′, è stato annullato il gol del possibile due a zero alla Fiorentina. Chiesa era in fuorigioco al momento dell’assist di Ribery. Poi Chiesa aveva crossato e Castrovilli aveva segnato a porta vuota. Ma dato che Chiesa era in fuorigioco, la rete non è stata convalidata. 

Il primo tempo è terminato sul   risultato di uno a zero per la Fiorentina. I viola sono passati in vantaggio grazie ad un rigore guadagnato da Chiesa e trasformato da Pulgar. Piove sul bagnato in casa Milan. Al 52′, Musacchio è stato espulso per una brutta entrata, con il piede a martello su Ribery. L’arbitro lo ha espulso dopo aver consultato il var. 

Raddoppio della Fiorentina al 65′. Respinta di Donnarumma su cross dalla destra di Chiesa e tap in da due passi di Castrovilli. Per il centrocampista dei viola, si tratta del primo gol in Serie A. Al 68′, Bennacer ha steso Castrovilli. Altro rigore netto per i viola. Donnarumma ha parato il rigore calciato da Chiesa al 69′. Al 71′, una buona fetta di tifosi del Milan ha deciso di lasciare San Siro in segno di protesta. 

Al 77′, Ribery ha chiuso i giochi su assist di Chiesa. I tifosi del Milan rimasti a San Siro lo hanno applaudito con grande sportività. Al 79′, Leao ha segnato il gol della bandiera per il Milan con un grande spunto individuale. All’88’, Ribery ha lasciato il campo ed è stato salutato dalla standing ovation dei tifosi del Milan rimasti a San Siro. E’ finita, la Fiorentina ha sbancato San Siro. Giampaolo è a forte rischio esonero.