Milan fischiato a San Siro, tifosi furiosi con Giampaolo e con i calciatori: lasciano stadio al 71′

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 29 Settembre 2019 22:23 | Ultimo aggiornamento: 29 Settembre 2019 22:23
Milan Fiorentina tifosi lasciano stadio fischi contestazione

I tifosi del Milan in una foto di archivio dell’Ansa

MILANO – Siamo solo alla sesta giornata di campionato ma i tifosi del Milan hanno già perso la pazienza dopo quattro sconfitte e solamente due vittorie. La squadra è più vicino alla zona retrocessione che a quella che garantisce la qualificazione alle coppe europee. La Fiorentina è passata in vantaggio dopo appena 13 minuti di gioco. Da quel momento in poi, ci sono stati solo fischi sonori per i calciatori del Milan e per Giampaolo. 

Come detto, i tifosi non sono soddisfatti delle scelte del loro nuovo allenatore ma forse ce l’hanno di più con lo scarso impegno dei calciatori e con le scelte societarie. Il mercato del Milan non ha convinto. Sono arrivati giovani di belle speranze ma nessun campione affermato. Alcuni tifosi, hanno abbandonato San Siro al 71′ in segno di protesta. 

I tifosi rimasti, hanno intonato cori come: “Avete rotto il c…”, “Andate a lavorare”, “Giampaolo vattene”, “Società caccia i soldi”, “Tifiamo solo la maglia”. Insomma, una contestazione a 360 gradi che non ha risparmiato nessuno. 

Milan-Fiorentina, la cronaca del match: non c’e’ stata storia a San Siro. 

Serie A, Milan-Fiorentina è il posticipo di giornata. Giampaolo ha deciso di schierare il MILAN con il 4-3-3 scegliendo: Donnarumma G.; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié, Bennacer, Calhanoglu; Suso, Piatek e  Leao.

Montella risponde con una FIORENTINA schierata con il 3-5-2 con Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Chiesa e Ribery.

Al 10′, la Fiorentina ha sfiorato il gol con Chiesa. L’attaccante azzurro è stato lanciato da Ribery. Ha calciato con il destro, con potenza, ed è stato fermato solamente da una grande parata di Donnarumma in corner. Al 12′, Ribery si presenta davanti a Donnarumma ma viene fermato da una grande parata del portiere rossonero, sulla ribattuta, Chiesa viene steso da Bennacer. 

Rigore per i viola. Pulgar non sbaglia e porta in vantaggio la Fiorentina al 13′. Al 25′, Suso ha fatto partire un gran sinistro che è stato deviato in corner da Dragowski. Al 28′, è stato annullato il gol del possibile due a zero alla Fiorentina. Chiesa era in fuorigioco al momento dell’assist di Ribery. Poi Chiesa aveva crossato e Castrovilli aveva segnato a porta vuota. Ma dato che Chiesa era in fuorigioco, la rete non è stata convalidata. 

Il primo tempo è terminato sul   risultato di uno a zero per la Fiorentina. I viola sono passati in vantaggio grazie ad un rigore guadagnato da Chiesa e trasformato da Pulgar. Piove sul bagnato in casa Milan. Al 52′, Musacchio è stato espulso per una brutta entrata, con il piede a martello su Ribery. L’arbitro lo ha espulso dopo aver consultato il var. 

Raddoppio della Fiorentina al 65′. Respinta di Donnarumma su cross dalla destra di Chiesa e tap in da due passi di Castrovilli. Per il centrocampista dei viola, si tratta del primo gol in Serie A. Al 68′, Bennacer ha steso Castrovilli. Altro rigore netto per i viola. Donnarumma ha parato il rigore calciato da Chiesa al 69′. Al 71′, una buona fetta di tifosi del Milan ha deciso di lasciare San Siro in segno di protesta. Al 77′, Ribery ha chiuso i giochi su assist di Chiesa ed è stato applaudito dai tifosi rimasti a San Siro, anche da quelli del Milan.