Milan, Galliani-Boban, show in tv: “Con i soldi che hai preso…”

Pubblicato il 15 Dicembre 2014 20:36 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2014 20:37
Milan, Galliani-Boban, show in tv: "Con i soldi che hai preso..."

Milan, Galliani nella foto LaPresse

ROMA – L’a.d. rossonero Adriano Galliani scherza con Boban nel corso del consueto post partita televisivo: “E’ il minimo che ci faccia da consulente di mercato per quanto hai guadagnato al Milan“. Su Torres: “Il mercato è imprevedibile”.

Ne parla La Gazzetta dello Sport.

“Il post partita di Adriano Galliani è uno show. Facilitato dalla vittoria appena ritrovata. In un crescendo rossiniano l’a.d. rossonero parte piano, poi esplode. Ha il sorriso stampato sulla bocca. Si vede che ha voglia di scherzare. Partenza soft, è serio: “Nelle ultime tre gare abbiamo preso un solo gol e peraltro su calcio d’angolo. Spero proprio che abbiamo invertito la tendenza sui gol subìti”. Poi inizia a buttarla sul ridere. Si passa al mercato: “A gennaio compreremo tre giocatori per la difesa – dice a Sky -, due terzini di fascia, De Sciglio e Abate e un centrale fortissimo, Alex. Tutti e tre ritorneranno dopo la sosta, loro sono i nostri nuovi acquisti. Perotti? E’ impossibile che parta”.

Quindi, diventa cabaret con l’ex rossonero Zvonimir Boban come spalla perfetta. Zorro descrive tecnicamente il fantasista del Genoa e la conduttrice del programma Ilaria D’amico lo interrompe: “Ma fai anche il consulente di mercato rossonero?” Interviene Galliani, assolutamente ispirato: “E lo credo, con tutti i soldi che ha guadagnato al Milan è il minimo che possa fare…” Risate generali ma il siparietto prosegue: “Quanto vale Zagabria Zvonimir? Coi soldi guadagnati al Milan puoi comprarti mezza Zagabria e tutti i castelli della città”. Boban storce la bocca, ma sempre sorridendo: “Veramente da noi c’era il comunismo, altro che castelli…” Poi arriva Inzaghi e l’a.d. lascia il palcoscenico. Pardon, il microfono…

Prima di Milan-Napoli molto più sobrie e misurate le frasi su Fernando Torres. Va via a gennaio oppure no? In casa Milan è il dilemma del momento. In Inghilterra alcuni giornali lo danno per sicuro partente in direzione Liverpool, il suo ex club. La riapertura del mercato si avvicina e per Galliani è il caso spinoso numero uno dopo la non esaltante prima parte di campionato disputata dallo spagnolo: “Credo che non andrà via anche se il mercato è imprevedibile – dice il dirigente rossonero poco prima dell’inizio della partita col Napoli -. Torres è sfortunato, ha avuto degli infortuni e viene da un campionato diverso. Bisogna avere pazienza. È importante e ritornerà sicuramente”.

Galliani parla anche del dibattito “terzo posto”: Berlusconi dice che si può fare. Anzi, che si farà. Inzaghi è molto meno sicuro… “Il Milan deve assolutamente lottare per il terzo posto, la differenza economica fra Champions ed Europa League aumenta sempre più. Il presidente e il tecnico la pensano nella stessa maniera, ognuno con sfumature diverse. La mia sfumatura è più verso quella del presidente. Il Milan non può non lottare per quel posto. Siamo in lotta per il terzo posto con le genovesi, Lazio e Fiorentina. C’è ammucchiata dietro le prime due…”.