Milan, Galliani: “El Shaarawy incedibile. Balotelli? Vediamo”

Pubblicato il 11 Dicembre 2012 23:23 | Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre 2012 23:24

Milan, Galliani: “El Shaarawy incedibile. Balotelli? Vediamo” (LaPresse)

MILANO –  Balotelli piace al Milan, molto. E se ci sara’ la possibilita’ di arrivare all’attaccante del Manchester City pagando una cifra compatibile con i bilanci rossoneri, Galliani non se lo fara’ scappare. Ma una permuta con El Shaarawy in questo momento non e’ pensabile.

”Giuro che non ci sara’ uno scambio – ha chiarito l’ad – finisce con El Shaarawy che resta al Milan… Teniamo i nostri e sopperiremo all’assenza di De Jong. De Rossi? E’ impossibile”.

In tempo di mercato ogni parola puo’ essere smentita dai fatti. Ma e’ facile credere alla prima affermazione pronunciata ieri da Galliani dopo aver cenato al fianco di Allegri nella serata di beneficenza organizzata dalla moglie di Nocerino.

Con El Shaarawy il Milan e’ riuscito a colmare parte del vuoto lasciato da Ibrahimovic, nell’economia dell’attacco e anche nell’immaginario dei tifosi.

In circa cinquecento, fra ragazzine armate di fotocamera e ragazzini con la cresta in testa, si sono accalcati davanti al Milan Megastore per avere un autografo o solo guardare da vicino il ventenne italoegiziano. Un tripudio degno almeno di una giovane pop star, che ha creato non pochi problemi al traffico nel centro di Milano.    

Piu’ silenzioso e’ stato l’arrivo di Bonera, che nei prossimi giorni dovrebbe tornare a disposizione dopo la distrazione alla coscia sinistra e nel frattempo si allena in palestra con un infortunato di lusso Pato. ”Fa tristezza – ha raccontato – vedere Pato allenarsi con me in palestra, ma si sta lavorando da vero professionista per tornare presto”.

Proprio i problemi fisici del brasiliano e le offerte per Robinho (il Santos spera di trovare un accordo con il Milan in una settimana) dovrebbero spingere il Milan a puntare su Balotelli. E per Bonera non ci sarebbero problemi a gestire un carattere come quello dell’attaccante del Manchester City. ”Ultimamente –  ha notato il difensore – la societa’ ha dimostrato di essere presente anche in questo e di essere intransigente sui comportamenti”.

Se El Shaarawy non si tocca, e’ piu’ difficile credere che il Milan non provera’ a sostituire De Jong che, operato dal finlandese Sakari Orava (lo stesso che intervenne nel 2010 su Beckham) impieghera’ sei mesi a tornare in campo dopo l’intervento sul tendine d’Achille sinistro rotto domenica. Il problema si porra’ soprattutto se Muntari, che ha appena ripreso ad allenarsi con la squadra, fra gennaio e febbraio dovesse essere impegnato con il Ghana in coppa d’Africa.

Fra i nomi da tenere d’occhio ci sono quelli di Nainngolan del Cagliari, Kucka del Genoa e Strootman del Psv Eindhoven.    Di questo si parlera’ a Milanello sabato con il presidente Silvio Berlusconi.

”Ha accettato la convocazione alle 13 di sabato”, ha spiegato Galliani, che domani mattina in via Turati siglera’ con Liu Yongzhuo,  presidente del Guangzhou, un accordo commerciale che leghera’ il club rossonero con quello campione di Cina allenato da Marcello Lippi.