Milan: Galliani teme la Juventus

Pubblicato il 1 Marzo 2011 20:28 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2011 20:28

MILANO- C’e’ un’idea affascinante, il ritorno di Kaka’, e Adriano Galliani rinvia ogni discorso alla prossima stagione: ”Non c’e’ alcuna ipotesi al momento”. E poi c’e’ un’idea che e’ un chiodo fisso da mesi: lo scudetto. Nessuno lo dice, ma realisticamente lo pensano tutti in casa Milan. Dopo aver regolato il Napoli, per conquistarlo bisogna scrollarsi di dosso l’Inter.

A undici giornate dal termine, il campionato dice che si profila un testa a testa milanese, con il derby del 3 aprile atteso come pochi in passato. Lo attende anche l’amministratore delegato rossonero, sebbene spenda solo parole dolci per Leonardo (”un amico, ci sentiamo qualche volta”), e definisca ”nulla di drammatico” il suo passaggio in pochi mesi dalla panchina del Milan a quella dell’Inter.

Presto lo incrocera’ allo stadio in un derby che, a parole, non considera la chiave di volta per arrivare a quello scudetto che manca dal 2004. ”Lo scudetto non passa solo da quella partita, ma da tutte le ultime undici – frena Galliani -. E poi c’e’ ancora il Napoli: abbiamo avuto gli stessi risultati con tutte le squadre, i sei punti di differenza sono frutto degli scontri diretti. Ci sono ancora 33 punti a disposizione, cinque o sei si possono perdere o guadagnare da qui alla fine”. Il prossimo ostacolo per la squadra di Massimiliano Allegri e’ a Torino, sabato sera, contro una Juventus in piena crisi. ”Era meglio se i bianconeri avessero vinto le ultime due partite – osserva Galliani -. I loro problemi e le loro tensioni renderanno piu’ pericolosa la partita per noi”. Non mancano pero’ le buone notizie per Allegri. Ai sospetti di uno scarso stato di forma e un altrettanto scarso feeling con Zlatan Ibrahimovic, Alexandre Pato sta rispondendo a suon di gol ”E’ continuissimo – sorride Galliani coniando un nuovo superlativo -, ne segna uno ogni 90”’. E’ stato decisivo quello al Chievo, splendido quello al Napoli, festeggiato con tutti i compagni, che ha definito ”come fratelli”. E poi e’ tornato Kevin Prince Boateng, il mediano che a inizio stagione ha fatto le fortune del Milan, prima di fermarsi un paio di mesi per infortunio. Contro il Napoli ha segnato il suo terzo gol stagionale. Che Galliani ha festeggiato in tribuna mandando baci al presidente del Genoa Enrico Preziosi, con cui in estate ha preso in comproprieta’ il ghanese.

”Preziosi lo sa – gongola l’ad rossonero -, abbiamo fatto entrambi un affare”. Boateng ha cambiato la partita contro il Napoli e in generale ha dato al Milan quel dinamismo a centrocampo che mancava da anni. Anche grazie al suo impatto i rossoneri sono in vantaggio (e favoriti, secondo i bookmaker) nel testa a testa con l’Inter per il tricolore. Perche’ ormai e’ sfida a due. E Luca Antonini non ha paura a sbilanciarsi: ”Lo vincera’ sicuramente il Milan. Vedo gli sguardi di tutti i miei compagni quando entrano in campo: siamo sicuri di farcela”.