Milan, Ibrahimovic: “Volevo segnare ed esultare come Dio. Gol arriverà la prossima”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Gennaio 2020 18:50 | Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio 2020 18:50
Milan, Ibrahimovic: "Volevo segnare ed esultare come Dio. Gol arriverà la prossima"

Milan, Zlatan Ibrahimovic e Rafael Leao durante la partita contro la Sampdoria (foto Ansa)

MILANO – Zlatan Ibrahimovic è tornato a giocare con la maglia del Milan ma non è riuscito a segnare durante il match interno contro la Sampdoria. Il centravanti svedese ha avuto solamente una occasione di testa ma non è riuscito ad angolare la sua conclusione permettendo ad Audero di bloccarla senza alcun problema. Al termine della gara, Ibra ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a Sky Sport: “Volevo segnare ed esultare sotto la curva come Dio. Segnerò sicuramente la prossima volta”. 

Le dichiarazioni rilasciate da Zlatan Ibrahimovic a Sky Sport sono riportate dal Corriere dello Sport: “Si sentiva tanta adrenalina, tanta emozione. Me le portavo dietro già 9-10 anni fa. Il rapporto con i tifosi qui è sempre positivo, sempre bello. Mi danno tante motivazioni per fare qualcosa e ripagarli.

Nell’ultima parte del campo manca tanta fiducia, aggressività di fare gol, siamo meno concreti in area di rigore. Bisogna capire cosa fare per far uscire il massimo dalla squadra. Sono qui da 4 giorni, proverò ad aiutare in tutti i modi.

Mancano fiducia e cattiveria. Ho spiegato a Rafael Leão che movimenti deve fare quando gli arriva il pallone, questa è tutta esperienza. Si lavora, ci si allena, bisogna soffrire per il momento.

I tifosi non sono contenti al 100%, ma è normale, i risultati non sono positivi. Lavoriamo e pensiamo positivo. Sono molto emozionato per l’abbraccio a ‘San Siro‘, ero molto concentrato in campo per fare un gol ed andare a fare l’esultanza come Dio sotto la curva. La prossima partita il gol arriva…”.