Milan-Inter, streaming-diretta tv: dove Trofeo Berlusconi

di redazione blitz
Pubblicato il 21 Ottobre 2015 19:08 | Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre 2015 19:09

MILANO – Milan-Inter, derby valido per l’assegnazione del Trofeo Berlusconi, verrà trasmesso in diretta tv alle ore 18.00 da Italia 1 in chiaro e sarà visibile a tutti. Milan-Inter sarà visibile anche in diretta streaming su Premium Play, l’applicazione di cui dispongono gli abbonati a Mediaset Premium che permette di vedere la partita su pc, tablet e cellulari.

FORMAZIONI UFFICIALI.
MILAN (4-3-1-2): Donnarumma; De Sciglio, Mexes, Romagnoli, Antonelli; Poli, De Jong, Bertolacci; Cerci, Luiz Adriano, Keisuke Honda. All. Mihajlovic. A disposizione: Abbiati; Ely, Zapata, Abate, Calabria; Mauri, Suso, Nocerino, Kucka, Bonaventura, Boateng; Vido.

INTER (4-4-2): Carrizo; Montoya, Andrea Ranocchia, D’Ambrosio, Telles; Biabiany, Gnoukouri, Kondogbia, Yuto Nagatomo; Palacio, Manaj. A disposizione: Berni, Gyamfi, Dodò, Tchaoule, Delgado, Antonini, Popa, Della Giovanna, Mari Sanchez, Rapaic, Baldini, Dimarco.

Ci sarà spazio per il sedicenne Donnarumma in porta e per chi ha giocato poco o nulla in questo avvio di stagione, come Mexes e Poli. Ma non sarà un Milan sperimentale quello che affronterà l’Inter nel Trofeo Luigi Berlusconi, un’amichevole ma pur sempre un derby, che arriva in un periodo difficile per la squadra di Mihajlovic, dopo due sconfitte e un pareggio in campionato. Una figuraccia, quindi, è praticamente vietata.

Il serbo non potrà contare su Balotelli, ancora alle prese con la pubalgia che lo blocca da oltre due settimane ed a rischio anche per la partita di domenica contro il Sassuolo. Sarebbe la terza saltata (dopo Napoli e Torino) dall’attaccante, che prosegue con le terapie a Milanello e in un momento di relax ha pubblicato su Instagram il messaggio “vecchi ricordi”, corredato dal frammento di un video in cui indossa la maglia del Liverpool e la pettorina delle riserve, mentre applaude i tifosi Reds. A Liverpool c’è chi lo rimpiange, anche perché Klopp è a corto di punte, ma lo aspetta soprattutto Mihajlovic. Può darsi che con il ritorno di Balotelli il Milan adotti il 4-4-2, intanto nel ‘Berlusconi’ proverà ancora il 4-3-3, con un solo vero esterno in attacco, Cerci, e Honda adattato sull’altra fascia.

“Sicuramente questo derby è una gara per trovare soluzioni e meccanismi. Può essere un allenamento utile e ci teniamo a vincere. Non dobbiamo caricarla di troppe responsabilità e la nostra priorità è recuperare punti in campionato”, ha osservato Giacomo ‘Jack’ Bonaventura, durante la visita della squadra a Expo, convinto che la stagione non sia compromessa.

“Vogliamo tornare a essere tra le prime in campionato, perché il Milan non merita questa classifica, a Natale possiamo arrivare fra le prime cinque perché abbiamo un gruppo che sta crescendo e un allenatore valido. Lo spirito c’è, la qualità anche. Crediamo nel lavoro del mister e nella qualità della rosa a disposizione”, ha aggiunto uno dei rossoneri fin qui più positivi, difendendo uno dei compagni di squadra finiti invece sul banco degli imputati: “Diego Lopez è un grande portiere e lo ha dimostrato l’anno scorso. Può capitare che attraversi un momento di difficoltà ma sono convinto che lui, essendo un campione, tornerà ai suoi livelli. Tutto il gruppo ha fiducia in lui”. Intanto contro l’Inter proverà a farsi notare il giovane Donnarumma.