Calcio, Milan: Paolo Berlusconi difende Silvio: “Tifosi irriconoscenti”

Pubblicato il 13 Novembre 2010 17:28 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2010 17:30

”La famiglia Berlusconi ha dato al Milan grosso modo quanto Moratti all’Inter, ma ha raccolto dieci volte tanto”. E’ quanto ha detto il Paolo Berlusconi, vice presidente rossonero e fratello del presidente Silvio Berlusconi, in un’intervista in cui ha stigmatizzato le contestazioni dei tifosi milanisti alla società lo scorso anno. ”La cosa brutta e’ che i nostri tifosi l’anno scorso hanno avuto poca memoria e irriconoscenza nei confronti della società. Da 40 anni l’Inter voleva vincere questa coppa (la Champions League, ndr), lasciamogliela vincere…”, ha osservato Paolo Berlusconi ai microfoni di Milan Channel.

”Come si fa a rivoltarsi contro un presidente che ha preso una squadra vicina al fallimento e l’ha fatta diventare la più forte al mondo?”, si è domandato il vice presidente rossonero, sottolineando che le contestazioni viste nella passata stagione ”erano degne di un presidente che stava retrocedendo in serie B. Mi viene in mente una frase: non ve lo meritate un presidente così”.

”Il presidente sta vicino al Milan con amore, ci mette tutto se stesso. Quando perdiamo i tifosi stanno male, ma lui sta ancora peggio”, ha aggiunto, concludendo con ”una raccomandazione: i tempi belli verranno, e anche quelli meno belli. Ci sono dei cicli, ma è importante sapere che finché la nostra famiglia sarà con il Milan staremo su tutti i fronti. Noi ci siamo”.