Milan, Pioli difende Kessie e Rebic: “Cellulare? Stavano studiando le tattiche”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Novembre 2019 9:05 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2019 9:08
Kessie e Rebic al cellulare prima della partita con il Napoli

Kessie e Rebic al cellulare prima della partita con il Napoli, le immagini dallo spogliatoio

ROMA – Lo staff di Stefano Pioli difende Kessie e Rebic: i due calciatori, fotografati con un cellulare in mano nello spogliatoio prima della partita col Napoli, non stavano perdendo tempo ma stavano studiando gli avversari con una applicazione. I due, beccati dalle telecamere si Sky, erano stati molto criticati dai tifosi del Milan. 

“L’utilizzo del telefonino in spogliatoio prima della partita – ha spiegato lo stesso Stefano Pioli – è consentito per l’ascolto della musica, perché ogni giocatore ha le sue playlist per caricarsi e allo stesso tempo rilassarsi prima di scendere in campo. Soprattutto, è consentito per consultare la app che aggiorniamo continuamente con i video degli avversari che dovremo affrontare. Per i giocatori è uno strumento utile, possono rivedersi movimenti e fasi di gioco. È anche questo un modo per prepararsi alla partita”.

Polemica quindi inutile quella scoppiata intorno a questo caso. Rabbia quindi ingiustificata quella dei tifosi del Milan verso i due calciatori. Basterà la spiegazione di Stefano Pioli a placare le ire dei tifosi? Finiranno le polemiche? Chissà. Probabilmente no. Almeno finché il Milan non riuscirà a risolvere il problema principale: la classifica.

Fonte: La Gazzetta dello Sport.