Calciomercato Milan: tra Rabiot e Milinkovic-Savic spunta…Bakayoko

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 agosto 2018 12:41 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2018 12:41
Calciomercato Milan: tra Rabiot e Milinkovic-Savic c'è Bakayoko

Calciomercato Milan: tra Rabiot e Milinkovic-Savic spunta…Bakayoko (foto d’archivio Ansa)

MILANO – Calciomercato Milan: caccia al centrocampista. I sogni si chiamano Rabiot e Milinkovic-Savic, ma le trattative non sono semplici (il centrocampista del Psg piace anche al Barcellona, il serbo della Lazio costa troppo). Nelle ultime ore si profila invece il possibile arrivo di Bakayoko: il francese del Chelsea non piace a Sarri, il quale invece farebbe carte false per riavere il “suo” Reina [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Sempre sul fronte acquisti, la ricerca del centrocampista ha bloccato al momento la trattativa per Bernard: il brasiliano ex Shakhtar arriverebbe a costo zero, l’intesa con il giocatore è stata trovata da tempo ma questi tentennamenti della società rossonera pare abbiano favorito un inserimento dell’Inter.

Sul fronte cessioni, invece, a ore l’Arsenal dovrebbe formalizzare un’offerta ufficiale per il terzino sinistro Rodriguez, visto che in quel ruolo possono giocare sia il neo arrivato Strinic che l’ambidestro Calabria.

Paolo Maldini lavorerà al fianco di Leonardo, per la costruzione e la gestione del Milan. Nell’attesa di conoscere i dettagli, dovrebbe essere più o meno questo il ruolo dell’ex capitano, tornato dopo nove anni in rossonero come direttore sviluppo strategico area sport. Maldini non può essere un direttore sportivo puro, nè avrebbe mai accettato un incarico di mera rappresentanza. Così è stata creata questa mansione per l’ex difensore, fortemente voluto dal dg dell’area tecnico-sportiva, Leonardo.

“Paolo e la sua famiglia rappresentano la storia Milan: è un valore unico, enorme, se venisse con noi sarebbe molto bello”, notava una decina di giorni fa il manager brasiliano, che ha piazzato un colpo non meno significativo degli ingaggi di Gonzalo Higuain e Mattia Caldara.

“La leadership e l’esperienza di Paolo saranno di grande beneficio per il club, così come la sua passione e la sua energia – ha dichiarato il presidente del club rossonero, Paolo Scaroni, domani al fianco di Maldini a Casa Milan -. Questa nomina è un ulteriore segno dell’impegno di Elliott per costruire una solida base per un successo a lungo termine. Non sarà facile e ci vorrà del tempo, ma abbiamo obiettivi ambiziosi e l’arrivo di Paolo è un passo importante verso il ritorno al grande Milan”.