Coronavirus, il Milan di Rangnick nasce in conference call: budget da 75 milioni

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 5 Aprile 2020 16:01 | Ultimo aggiornamento: 5 Aprile 2020 16:01
Coronavirus, il Milan di Rangnick nasce in conference call: budget da 75 milioni

Coronavirus, il Milan di Rangnick nasce in conference call: budget da 75 milioni (fermo immagine da YouTube)

MILANO -Il campionato italiano di calcio è fermo per frenare l’avanzata del coronavirus nel nostro Paese ma i dirigenti del Milan sono già al lavoro per costruire la squadra del prossimo anno.

Paolo Maldini è stato totalmente depotenziato e lascerà il club al termine del suo contratto, Gordon Singer, Giorgio Furlani e Ivan Gazidis, vale a dire la proprietà e l’a.d. rossonero, sono in contatto con Ralf Rangnick, prossimo allenatore del club di Milano, per gettare le basi sul Milan del futuro.

Rangnick è stato informato del fatto che avrà un budget di 75 milioni di euro a disposizione per costruire la sua squadra dei sogni.

Questo budget verrà reso più corposo dai soldi che il Milan incasserà dalle cessioni dei suoi calciatori in esubero.

Non si tratta di una cifra faraonica ma Rangnick era già stato messo al corrente di dover ripartire dai giovani.

Rangnick è stato preso per riportare il Milan in Champions League.

Questo non significa che la squadra non avrà ambizioni, anzi… più che un obiettivo, Rangnick ha un obbligo: riporterà la squadra in Champions League.

Il Milan deve tornare nell’Europa che conta per beneficiare degli incassi che solamente la Champions League può garantire e per riguadagnare il suo antico prestigio a livello internazionale. 

Reputazione che è calata drasticamente negli ultimi anni dato che il Milan non ha più disputato la Champions League e ha solamente raccolto brutte figure in Europa League (fonte La Gazzetta dello Sport).