Milan, sentenza Uefa: niente Coppe se non pareggia bilancio entro il 2021

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Dicembre 2018 12:32 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2018 14:32
milan uefa

Milan, sentenza Uefa: niente coppe se non pareggia bilancio entro il 2021

MILANO – Se il Milan non raggiungerà il pareggio di bilancio al 30 giugno 2021 sarà escluso dalla successiva Coppa europea in caso di qualificazione nelle stagioni 2022/23 e 2023/24.

La camera arbitrale dell’Organo Uefa di Controllo Finanziario dei Club (CFC) ha sanzionato i rossoneri per la violazione del Fair Play Finanziario nel triennio 2014-2017.

La decisione era stata richiesta dal Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna, che nell’annullare la precedente decisione Uefa di escludere il Milan dalle coppe europee per la stagione 2018-2019, aveva deferito la questione alla CFCB affinché “imponesse una misura disciplinare adeguata per la violazione delle regole sulle licenze per club e sul fair play finanziario Uefa, con particolare riferimento al pareggio di bilancio”. Il comunicato sarebbe dovuto uscire nella giornata di giovedì, ma è stato rinviato tutto di 24 ore per non avere interferenze con la partita di Europa League della serata.

La Uefa ha stabilito anche una sanzione di 12 milioni che verranno trattenuti dai ricavi dell’Europa League di questa stagione.

I rossoneri avranno anche un limitazione della rosa di giocatori, non potendone registrare più di 21 nelle competizioni europee del 2019/20 e 2020/21.