Calciomercato Milan, Ibra “discute” con il Psg. Si trattano Tevez e Kana-Biyik

Pubblicato il 16 luglio 2012 8:40 | Ultimo aggiornamento: 16 luglio 2012 18:58
Tevez_City

Tevez (LaPresse)

CALCIOMERCATO MILAN – Il Psg è pronto a chiudere in un paio di giorni la trattativa con Zlatan Ibrahimovic. “Se Ibrahimovic avesse problemi a giocare a Parigi non avrei passato qui tre giorni”, ha detto a L’Equipe il suo agente Mino Raiola, che spera “di trovare un accordo”.

Raiola, con un pizzico di sarcasmo nei confronti del ds dei francesi, ha aggiunto: “Voglio molto bene a Leonardo ma non al punto di venire tre giorni nel suo ufficio a prendere il caffè”. Tradotto: lo svedese non fa un passo indietro e, se il Psg lo vuole, alla ripresa dei colloqui, in programma per oggi, deve concedergli un ingaggio di circa 14 milioni di euro.

Intanto il club parigino ha chiuso il primo affare con il Milan, annunciando l’acquisto di Thiago Silva, che arriverà dopo le Olimpiadi. “E’ stata la decisione più difficile della mia vita!! – ha scritto in un messaggio – Grazie di tutto Milan”. Dopo l’addio dei veterani (da Gattuso a Nesta, Inzaghi e Seedorf), la cessione di queste due stelle rappresenta per il Milan una nuova svolta. L’ad Adriano Galliani ha un mese e mezzo per rinforzare la squadra, e il mandato della proprietà sarebbe quello di spendere più o meno metà dei 65 milioni di euro in arrivo dal Psg.

In difesa è arrivato Acerbi ed ora gli occhi sono puntati su Rolando, portoghese classe ’85, ma il Porto non fa sconti. “E’ una perdita di tempo parlarne”, ha chiarito l’allenatore Vitor Pereira al quotidiano ‘A Bola’, secondo cui c’è una clausola rescissoria di 30 milioni di euro. A Galliani piace Astori, che però ha appena rinnovato il contratto con il Cagliari, e a quanto pare anche Jean-Armel Kana-Biyik del Rennes. “Il Milan mi segue da vicino ormai da due anni – ha rivelato il francese -, ma al momento non c’è nulla di ufficiale, vedremo cosa accadrà”.

Contemporaneamente Galliani deve trovare un attaccante di primo livello per Allegri. Oppure due, se il Santos farà l’offerta giusta per Robinho entro venerdì, quando chiude il mercato in Brasile. Il Milan punta soprattutto su Tevez, con Dzeko come prima alternativa. Il Manchester City potrebbe liberarsi di uno dei due per fare posto a Van Persie, anche se Roberto Mancini chiude le porte al Milan: “Entrambi resteranno al Manchester City. Se Van Persie vuole venire, con l’Arsenal potremmo pensare a uno scambio con uno come Dzeko”.

Nei prossimi giorni è destinata a tornare viva l’ipotesi di un ritorno di Kakà. Secondo i media spagnoli, oggi Mourinho comunicherà al brasiliano che non rientra più nei piani del Real Madrid e non è esclusa una rescissione del contratto. Solo a costo zero, e con un netto taglio all’ingaggio di Kakà, il Milan può valutare l’idea. Gli infortuni di Muntari e Strasser impongono poi almeno un rinforzo a centrocampo oltre a Constant. Allegri vorrebbe Diarra ma in questo momento l’ipotesi più semplice è Poli.

[jwplayer config=”Blitz20120621″ mediaid=”1303108″]