Serie A, Sassuolo-Milan 3-2: Domenico Berardi tripletta decisiva

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Maggio 2015 15:07 | Ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2015 15:08
Diretta, Sassuolo-Milan: formazioni ufficiali. Destro-Honda in attacco

Inzaghi foto LaPresse

REGGIO EMILIA, MAPEI STADIUM – Sassuolo-Milan 3-2, gol: Domenico Berardi 14′, 31′ e 78′, Bonaventura 32′, Alex 51′.

Uno scatenato Domenico Berardi segna una tripletta e trascina il Sassuolo alla vittoria contro il Milan per 3-2 nell’anticipo di mezzogiorno della 36/a giornata di Serie A. Il piccolo attaccante calabrese, in orbita Juve, si conferma bestia nera per il Milan: in due partite al Mapei Stadium sono sono infatti 7 le reti firmate. Dopo il poker dello scorso anno che costò la panchina ad Allegri ecco il tris di quest’anno che condanna ancora il Diavolo e rende sempre più difficile a posizione del suo tecnico Inzaghi. Non bastano al Milan le reti di Bonaventura e Alex, con il centrocampista che poi si fa espellere nel secondo tempo sul 2-2 proprio nel miglior momento dei rossoneri. Nel finale viene espulto anche Suso. Direzione dell’arbitro Guida discutibile, con dubbi sul primo gol di Berardi con la palla che non è chiaro se abbia o meno superato la linea di porta. Nella ripresa sembra esagerata l’espulsione di Bonaventura e c’era forse un rigore per il Sassuolo su Berardi. Con i tre punti punti di oggi il Sassuolo sale a 43 punti, a -3 proprio dal Milan.

Nonostante il caldo estivo le due squadre giocano a buon ritmo fin dai primi minuti. Sassuolo in  vantaggio al 12′ con un tiro da fuori area di Berardi che Diego Lopez non trattiene, le immagini non chiariscono se la palla supera interamente la linea. Ennesimo caso di gol fantasma. Grave l’errore di Lopez, negli ultimi tempi sempre tra i migliori tra i rossoneri. Il Milan accenna ad una reazione ma alla mezzora è ancora lo scatenato Berardi a raddoppiare con un bell’esterno sinistro al volo su lancio illuminante di Missiroli. Passano tre  minuti e il Milan accorcia le distanze con un gol in mischia di Bonaventura. Secondo tempo che inizia subito con il pareggio rossonero firmato da Alex di testa su angolo del neo entrato Suso. La squadra di Inzaghi spinge e dà l’impressione di poter ribaltare il risultato ma all’11’ resta in dieci per l’ingenua espulsione di Bonaventura per un fallo di mani a centrocampo. Il  Sassuolo ne approfitta subito con il solito Berardi che prima si mangia un gol tutto solo davanti a Diego Lopez che riscatta l’errore del primo tempo, poi segna il gol della vittoria intorno alla mezzora su assist di Floro Flores. Per Berardi sono 14 i gol in questo campionato. Milan al tappeto, Inzaghi si gioca anche la carta El Shaarawy che torna in campo dopo 4 mesi ma senza successo.