Milan

Milan, si cerca un socio: servono 150 milioni

Milan, si cerca un socio: servono 150 milioni

La prima pagina del Corriere dello Sport

MILANO – Il Milan è da ricostruire, intervenendo decisi, e all’orizzonte c’è il nuovo stadio da mettere in piedi.

Sono questi, riepilogati in breve dal Corriere dello Sport, i motivi per i quali il Milan sta cercando un socio nuovo che affianchi la proprietà di maggioranza. E che investa nel club la bellezza di 150-200 milioni, attorno al 30% del completo pacchetto azionario.

E proprio Berlusconi, poco meno di 2 anni fa, aveva detto: “Porte aperte a chi volesse dare una mano alla nostra squadra. Noi abbiamo a cuore il bene nel Milan. Soprattutto e prima di tutto il Milan”. Al di là di dovute e necessarie smentite recenti.

Emirati Arabi, Cina, Russia: il Diavolo interessa in tutto il mondo e a ingolosire il pacchetto rossonero c’è ovviamente la carta stadio, un affare da trecento milioni di euro tra impianto e zona annessa.

Insomma, come hanno fatto al Bayern Monaco cedendo all’Allianz i diritti del nome dello stadio oltre ad essere entrata nel club e all’interno del Consiglio di Amministrazione. Questo il quadro, a cui potrebbe partecipare lo sceicco Al Maktoum, sponsor principale del Milan con la Fly Emirates, sia la famiglia reale del Qatar.

E la zona Expo, una di quelle interessate all’idea stadio, è vicinissima anche all’aeroporto della Malpensa. Ma c’è anche il Qatar, impegnato a costruire gli stadi del 2022 e con la famiglia Al Thani proprietaria della Al Jazeera Media Network, un colosso mediatico che si sta espandendo anche in Europa tramite beIN Sports e che potrebbe intrecciarsi anche al futuro di Mediaset.

To Top