Viareggio cup 2014, rinvincita Milan: Anderlecht superato in finale 3-1

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 febbraio 2014 19:50 | Ultimo aggiornamento: 17 febbraio 2014 19:50
L'allenatore del Milan primavera Filippo Inzaghi

L’allenatore del Milan primavera Filippo Inzaghi (foto LaPresse)

VIAREGGIO (LUCCA) – Se la prima squadra non decolla, le soddisfazioni per il Milan vengono dalla primavera di Filippo Inzaghi. I rossoneri, infatti, hanno vinto la 66ma edizione del torneo di Viareggio battendo per 3-1 l’Anderlecht. Per i giovani del Milan una vera e propria di rivincita: l’anno scorso nella finale che vedeva contrapposti sempre Milan e Anderlecht avevano prevalso i belgi per 3-0.

Il Milan scrive inoltre per la nona volta il suo nome nell’albo d’oro della Coppa Carnevale: era dal 2001 che i rossoneri non vincevano il trofeo.

La partita – 3.000 gli spettatori – ha visto il vantaggio nella ripresa dei belgi con Leya Iseka che al 18′ ha sbloccato il risultato. Con un eurogol Petagna in semirovesciata ha riportato il punteggio in parità. L’arbitro Orsato ha espulso un giocatore per parte, Benedicic per il Milan e Bastien per l’Anderlecht.

Al termine dei 90′, con il risultato in parità, come da regolamento, si sono giocati due tempi supplementari di 15′ ciascuno. Il Milan dopo 5′ è andato in gol con Fabbro che però ha pagato a caro prezzo l’esultanza: si è tolto la maglia, ed essendo già stato ammonito, ha subito il secondo cartellino giallo e conseguente espulsione.

Pur rimasti in nove i rossoneri di Pippo Inzaghi hanno segnato il terzo gol al 12′ con Mastalli mettendo al sicuro al risultato.

Galliani: Inzaghi assatanato. A Casa Milan, ovviamente, si festeggia il successo al Torneo di Viareggio della Primavera rossonera guidata da Pippo Inzaghi, ”un assatanato” come lo ha definito Adriano Galliani, ”contento come se avesse vinto la prima squadra”. ”Sono contento di non aver mollato Inzaghi in questo mercato. E’ stato bravo e contento a restare. Pippo avrà un grande futuro. E’ un ‘assatanato’. Cura qualsiasi dettaglio”, ha spiegato l’ad rossonero che nelle settimane scorse ha convinto l’ex attaccante a declinare l’offerta del Sassuolo. Anche da Barbara Berlusconi sono arrivati i complimenti a Inzaghi e alla sua Primavera.

”Sono felice per questa vittoria storica che pone il Milan in vetta all’albo d’oro di questa prestigiosa manifestazione – ha dichiarato l’altro amministratore delegato e vicepresidente del club rossonero -. Una vittoria che è frutto dell’ottimo lavoro di Filippo Inzaghi e del suo staff, di Filippo Galli e di tutto il settore giovanile. Molti dei giocatori in campo oggi sono cresciuti nelle nostre giovanili e questo ci riempie di orgoglio e ci fa ben sperare per il futuro”.