Milinkovic Savic si scusa dopo espulsione in Lazio-Chievo: “Non succederà mai più”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 20 aprile 2019 19:24 | Ultimo aggiornamento: 20 aprile 2019 19:25
Milinkovic Savic si scusa dopo espulsione in Lazio-Chievo: "Non succederà mai più"

Milinkovic Savic si scusa dopo espulsione in Lazio-Chievo: “Non succederà mai più” (da Instagram)

ROMA – Sergej Milinkovic Savic ha rimediato una espulsione al 34′ di Lazio-Chievo che ha lasciato la sua squadra in inferiorità numerica ed in balia degli avversari. Infatti il Chievo ha vinto 2-1 all’Olimpico e ha condannato la Lazio ad una sconfitta piuttosto pesante in chiave Champions League. Dopo la partita, Milinkovic Savic si è scusato attraverso una storia di Instagram: «Voglio chiedere scusa a tutti i miei compagni, tifosi e a tutto il popolo laziale. Non accadrà mai più, mi dispiace che sia successo in un momento così difficile, voglio dimenticarlo il prima possibile. Non molliamo e andiamo avanti fino alla fine!».

Lazio-Chievo 1-2, espulsione di Sergej Milinkovic Savic condanna i biancocelesti al ko.

Al 34′, la Lazio è rimasta in dieci uomini per l’espulsione di Sergej Milinkovic Savic. Il centrocampista della Nazionale Serba è stato protagonista di un fallo di reazione su Stepinski. Ha scalciato da dietro l’attaccante del Chievo, rosso netto. Il primo tempo è terminato sul punteggio di zero a zero con i tifosi della Lazio che hanno fischiato la loro squadra del cuore. 

Al 49′, il Chievo Verona è passato in vantaggio con il primo gol in Serie A del millennial Emanuel Vignato. Il baby fenomeno del Chievo si è portato la palla sul destro e ha battuto Thomas Strakosha con un diagonale imparabile.

Un minuto dopo, il Chievo Verona ha raddoppiato con Hetemaj. Il centrocampista dei veronesi è stato lasciato solo dalla difesa della Lazio, in particolare da Marusic che se lo è perso, e ha battuto Strakosha con un colpo di testa nemmeno troppo angolato. Al 66′, Caicedo ha riportato in gara la Lazio segnando con il sinistro su assist di Correa. Al 90′, la Lazio ha colpito il palo con Correa.